Brucia la sconfitta con l'Empoli, Lugaresi rosso di rabbia: "E' meritata"

La sconfitta con l'Empoli brucia al Cesena. Per il presidente Giorgio Lugaresi, d'altra parte, la sconfitta è "meritata e cocente". Lo dice listando di rosso la sua pagina Facebook (in via di chiusura, ma forse ci ripensa), il rosso della rabbia: "E' tutta stanotte che ci penso arrabbiato"

La sconfitta con l’Empoli brucia al Cesena. Per il presidente Giorgio Lugaresi, d’altra parte, la sconfitta è “meritata e cocente”. Lo dice listando di rosso la sua pagina Facebook (in via di chiusura, ma forse ci ripensa), il rosso della rabbia: “E’ tutta stanotte che ci penso arrabbiato come un leone in gabbia! Abbiamo toppato completamente la partita e purtroppo, temevo potesse succedere dopo due belle vittorie. Queste situazioni negative, a volte ti rimbalzano addosso e solo dopo che le hai subite, ti rendi conto che forse potevi tentare di fare qualcosa di diverso, per impedire che succedesse. Ora bisogna ritrovare lo spirito da battaglia, che abbiamo avuto prima di Empoli e tenerci nel taschino a portata di mano quest'ultima esperienza negativa per tirarla fuori e sventolarcela sotto al naso per la prossima volta”.
 

Per Lugaresi la partita della salvezza è tutta aperta: “Il Campionato per difendere la serie A, è ancora apertissimo! Confrontando la classifica dopo l'ultima partita del girone d'andata con quella di oggi (ma il Parma e il Chievo devono ancora giocare tra loro), abbiamo recuperato 3 punti al Cagliari, 6 al Chievo, 2 all'Empoli, 3 all'Atalanta, 3 al Verona e staccato di 6 punti il Parma che avrà altre penalizzazioni certe. Coi tre punti a vittoria, tutto è ancora è possibile a patto che la nostra Squadra, metta via tutte le sue incertezze come ha fatto, in parte contro il Parma e benissimo con la Lazio”.
 

Delusione anche nel post-partita dell’allenatore Mimmo Di Carlo: “Non siamo riusciti a fare il nostro gioco. Rispetto alla vittoria di domenica scorsa contro la Lazio, la gara con l’Empoli rappresenta un passo indietro. Sono rammaricato perché non siamo riusciti ad esprimere il nostro gioco e non siamo riusciti a mettere in campo il nostro atteggiamento. Quando non siamo compatti veniamo sempre puniti.  Oggi facciamo i complimenti all’Empoli perché è stato più aggressivo e concreto ma il Cesena che è sceso in campo non era la squadra vista nelle ultime settimane. Credo che possiamo e dobbiamo fare di più rispetto a quanto fatto vedere. Bisogna essere bravi a gestire, oltre che alle sconfitte, anche le vittorie. Quando non mettiamo in campo la concentrazione necessaria, viene meno il gioco ed emergono gli errori individuali. Da domani azzeriamo tutto  e ci prepariamo ad affrontare la Juve con una altro atteggiamento”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il tir va troppo piano e insospettisce la polizia stradale, multato "furbetto" del cronotachigrafo

  • E45, in 5 in auto multati dalla Polizia stradale. 26 sanzioni anche per gli amici che arrivano in caserma

  • Ondata di furti nella notte, l'intera frazione sotto choc: sottosopra una decina di case

  • Cosa si può fare in 'zona arancione'? Le faq con le risposte a tutte le domande

  • Coronavirus, 100 nuovi positivi nel Cesenate. Si piangono altre 5 anziane vittime

  • Emilia Romagna a rischio zona rossa automatica, Bonaccini frena: "Quel limite non passerà"

Torna su
CesenaToday è in caricamento