Sport

Empoli-Cesena è un trionfo di gol, i bianconeri tentano ma mancano il miracolo finale

Non si può certo dire che non sia stata una partita piena di gol, dato che ne sono stati segnati otto in tutto, ma il Cesena torna con una sconfitta

Fazzi, autore del primo gol cesenate (Foto d'archivio)

Non si può certo dire che non sia stata una partita piena di gol, dato che ne sono stati segnati otto in tutto, ma il Cesena sostanzialmente torna dal Castellani di Empoli con una sconfitta. Al triplice fischio finale il risultato è di 5-3 per i toscani. La squadra di mister Fabrizio Castori è capitolata sotto i colpi di Alfredo Donnarumma, a segno con una doppietta. I bianconeri non hanno demeritato, ma non hanno trovato il guizzo vincente, facendo incetta di calci d'angolo. Senza Cacia, Cascione e Di Noia, Castori si affidato all'ormai consolidato 4-4-1-1, con Laribi alle spalle di Jallow. Vivarini, senza Pasqual, si è affidato a Seck sulla corsia sinistra, con il recuperato Krunic ad agire alle spalle di Caputo e Donnarumma. Nel finale la squadra però ha dimostrato di crederci, ha cercato il miracolo della maxi-rimonta e in parte lo ha realizzato. Ma non è stato sufficiente.

PRIMO TEMPO – Buon l'approccio al match dei bianconeri, praticamente padroni del campo nel primo quarto d'ora. Ma è a sorpresa l'Empoli a trovare il gol del vantaggio, sfruttando al meglio una disattenzione difensiva dei romagnoli. La rete è a firma di Donnarumma, che ringrazia Agliardi per la papera sul cross dalla destra di Untersee, appoggiando così in rete il sesto gol stagionale. L'estremo difensore cesenate si riscatta due giri di lancette più tardi (17'), bravo ad opporsi al destro di Caputo servito alla perfezione da Krunic. Il Cesena non accusa il colpo; continua ad attaccare, ma senza rendersi particolarmente pericoloso e facendo collezione di calci d'angolo. Dalla parte opposta l'Empoli controlla, senza trovare il guizzo del 2-0. E così si va al duplice fischio con i padroni di casa in vantaggio.

SECONDO TEMPO – E’ la ripresa a riservare la goleada, purtroppo però a scapito dal Cavaluccio. Squadre più accorte all’avvio di ripresa, con entrambi gli schieramenti a concedere pochi spazi agli avversari. L'Empoli trova il gol del 2-0 con Di Lorenzo al 55' in una mischia in area, ma viene annullato per fallo di mano di Donnarumma. Ma è questione di minuti. Due minuti più tardi Esposito trattiene Simic in area: è calcio di rigore. Dal dischetto Donnarumma non fallisce: destro potente e angolato, imparabile per l'estremo difensore bianconero. Al 65' grande occasione per i padroni di casa: Seck verticalizza per Caputo, il quale serve Krunic: Esposito chiude miracolosamente nei pressi della linea ed evita il 3-0, che però arriva di lì a poco.

Al 72° minuto un siluro di Caputo a distanza ravvicinata, al termine di una lunga operazione di pressione degli avversari, brucia Agliardi. Sul 3-0, a venti minuti dalla fine la partita, sembra ormai conclusa, e invece iniziano i gol anche se non cambia il risultato. Fazzi mette finalmente a segno la prima rete del Cesena, con un bel destro imparabile. L’Empoli reagisce subito colpendo la traversa  cesenate. All’82° i toscani segnano di nuovo con Caputo, ma il gol viene annullato per fuorigioco. Il gol dell’Empoli arriva comunque, inesorabile, tre minuti dopo con Zajc all’85°. Ci vuole ormai il pallottoliere per tenere il conto, che è di 5-1 per i padroni di casa. E così finisce il tempo regolamentare, con la concessione di 4 minuti di recupero. Minuti al cardiopalma: per alcuni secondi il Cesena fa pensare al miracolo, che però non accade. Al 92° Jallow rimonta di una lunghezza, portando il pallottoliere sul 5-2. Poi è il neo-entrato Moncini, al 94° ad accorciare ulteriormente il gap, con un gol di testa che batte Provedel. Il miracolo di rimontare 4 gol in 4 minuti è stato quindi realizzato a metà, ma ai fini dell’attribuzione dei punti poco cambia. Ma almeno, magra consolazione, lo stadio si è goduto  un finale spumeggiante. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Empoli-Cesena è un trionfo di gol, i bianconeri tentano ma mancano il miracolo finale

CesenaToday è in caricamento