E dopo la vittoria il Cesena ci spera, De Feudis: "Sogno la serie A"

Il Cesena vittima di giudizi troppo affrettati. Beppe De Feudis in conferenza stampa difende la squadra, oggetto, specialmente l'allenatore Pierpaolo Bisoli, di una protesta montante per le tre sconfitte consecutive

Il Cesena vittima di giudizi troppo affrettati. Beppe De Feudis in conferenza stampa difende la squadra, oggetto, specialmente l'allenatore Pierpaolo Bisoli, di una protesta montante per le tre sconfitte consecutive, proteste per ora messe a tacere dalla vittoria sull'Avellino. Così De Feudis, nelle sue dichiarazioni riportate da CesenaCalcio.it: “Le critiche di questo periodo su di me e sulla squadra non mi hanno toccato. Finora la squadra ha espresso il suo gioco e la sua fisonomia, resto dell’idea che questa sia una stagione molto positiva, ci stiamo giocando un obiettivo importante che sono i playoff”.

Ed ora “Abbiamo l’obbligo di mantenere queste posizioni, ci sono tante squadre in pochi punti e basta poco per cambiare le carte in tavola. C’è del rammarico per qualche punto perso in giro ma il campionato non è finito, adesso quello che conta che tutti siano al top per questo rush finale. Ogni gara ha la sua storia”.

E continua: “Venerdì a Padova sarà una gara durissima, loro sono all’ultima spiaggia e faranno di tutto per mantenere la categoria. Per i giocatori che ha non mi ha aspettavo una stagione del genere, non è facile risalire dopo un inizio difficile. “Non è stata una settimana facile, non ci aspettavamo di perderne tre di fila, la squadra è stata brava a reagire e cercare i tre punti. In questo calcio c’è la tendenza a dare giudizi molto affrettati. La vittoria con l’Avellino è stata svolta che ci voleva, abbiamo dato un segnale di consapevolezza e non ci siamo smarriti davanti alle difficoltà”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ed infine: “L’attaccamento ci è sempre stato, sarei il primo a riprendere un compagno se non vedessi impegno durante allenamenti e partite. Noi ce la possiamo giocare con tutte, i playoff sono un discorso a parte ci sono motivazioni e valori che possono cambiare. Mi hanno fatto molto piacere le parole del Mister nel post gara, sarebbe bello conquistare la promozione e fare delle presenza in A con il mio Cesena”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata in città, azzecca la combinazione esatta: vince un milione con un euro

  • Tonina Pantani al Giro: "Si è celebrata solo la Nove Colli, sembra quasi che diamo fastidio"

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

  • Coronavirus, nuova impennata di casi nel Cesenate: la mappa dei nuovi contagi

  • Coronavirus, nuova impennata di contagi: 23 casi nel cesenate e cinque decessi in regione

  • Violento scontro frontale sulla via Emilia, l'auto finisce nel fosso e traffico in tilt

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento