menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Dopo i gol a raffica Bortolussi non sente le sirene di mercato: "Ho 4 anni di contratto"

Il "re del gol" bianconero pronto alla sfida con Maxi Lopez: "La Sambenedettese è insidiosa"

Sta facendo tanto parlare di sé questa stagione Mattia Bortolussi, in doppia cifra già dal 22 novembre, dopo la fantastica doppietta di Matelica. Il 24enne ha descritto il gran momento che sta vivendo la squadra, rivelando poi le sue intenzioni riguardo la  prossima sessione invernale di calciomercato. 

Dopo qualche alto e basso in avvio, la truppa di William Viali ha trovato ben sette risultati utili consecutivi, la maggior parte vittorie. Bortolussi non ha dubbi: “Siamo cresciuti sia come squadra che singolarmente. Stiamo facendo un bel percorso, ci siamo compattati molto rispetto alle prime partite”.

È rimasto a secco di reti il classe ‘96 nelle ultime tre uscite, ma ciò non ha toccato in alcun modo il suo stato d’animo: “Al primo posto metto sempre il risultato di squadra, per quanto mi riguarda sono contentissimo dei risultati che stiamo facendo e di contribuire al lavoro che sta facendo la squadra. Se arriva il gol sono contentissimo, ma l’importante è vincere”.

Col rientro ormai prossimo di Caturano, potremmo rivedere l’ex Novara spostato sulla destra. “Per un attaccante è importante riuscire a ricoprire diversi ruoli. Mi adatto dove c’è bisogno e dove il Mister pensa che possa essere più incisivo”

“Non ho un obiettivo di reti stagionali- spiega il numero 20 - penso solo a lavorare, vedremo a fine maggio dove saremo arrivati sia personalmente che di squadra”.

Sabato arriva la Sambenedettese, squadra di importante caratura, sotto al Cesena di appena un punto: “Stiamo lavorando sapendo che la Samb è una squadra fastidiosa, costruita per stare davanti e che gioca un bel calcio. Abbiamo iniziato a preparare la gara come sempre il martedì, sperando di farci trovare pronti”. 

Un match come gli altri quello di sabato per Bortolussi, nonostante la sua nascita ad Ancona e crescita a Matelica: “Tutte le partite per me sono uguali. L’importante è prepararle bene e farsi trovare pronti la domenica”.

“Un piano B credo si debba sempre avere. Senza calcio però - rivela l’ex Novara - non so dove sarei finito. E dove finirò... (ride, ndr)”. Nonostante le voci di mercato, la testa del classe ‘96 è tutta nella città malatestiana: “Ho quattro anni di contratto, sto bene e sono sereno  qua. Al mercato ci penserà chi ci dovrà pensare, io assolutamente no. Penso al Cesena e a far bene con la maglia del Cesena”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Benessere

Come rassodare il seno a casa: ecco gli esercizi push up

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento