Crotone-Cesena, partita tosta. Per Drago sarà un ritorno a casa da avversario

Sarà una partita tosta quella contro il Crotone, squadra che si trova ben salda nelle parti alte della classifica. I bianconeri, per altro, per la partita di sabato pomeriggio non potranno neanche godere del tifo amico

Sarà una partita tosta quella contro il Crotone, squadra che si trova ben salda nelle parti alte della classifica. I bianconeri, per altro, per la partita di sabato pomeriggio non potranno neanche godere del tifo amico, dal momento che il prefetto di Crotone ha interdetto l'ingresso alla tifoseria cesenate. Dalla sala stampa del centro sportivo “A. Rognoni” di Villa Silvia, venerdì mattina Mister Drago ha parlato ai microfoni dei giornalisti sulla partita in arrivo. Queste le sue dichiarazioni:

“La nostra priorità è quella di cercare di ripetere la prestazione con il Pescara, mostrando la stessa voglia e la stessa intensità sono convinto che usciremo dallo “Scida” con un risultato positivo, in caso contrario rischiamo di ripetere la brutta figura avvenuta a Torino. A proposito della sconfitta di Coppa, direi che ci ha fatto bene perché ha dato una scossa a tutto l’ambiente e questa voglia di rivincita si è già notata negli allenamenti successivi.”

Per il mister è un ritorno. Drago e gran parte del suo staff sono “nati e cresciuti” professionalmente a Crotone. Quali emozioni proverà? “Sicuramente sarà una grande emozione sia per me che per tutte quelle persone con cui ho lavorato in questi anni ma vi garantisco che durerà fino al momento in cui l’arbitro fischierà l’inizio della partita”.

Il mister in ogni caso conosce bene i suoi avversari e prenderà le dovute contromisure: “Sono una squadra che sta vivendo un periodo fantastico, hanno costruito questo entusiasmo partita dopo partita grazie ai risultati conseguiti anche in quelle gare in cui la prestazione è stata sottotono. Il Crotone ha un collettivo importante e una buonissima organizzazione di gioco, conosco bene l’ossatura della squadra da Cordaz a Clayton e Ferrari ma credo che in questo momento la differenza, per come fa giocare la squadra, la possa fare Budimir.”

Infine, il Cesena in cosa deve migliorare? “Sono molti gli aspetti in cui dobbiamo crescere, non solamente sulle palle inattive, ma credo in fin dei conti che a questo punto della stagione siamo già a buon punto di crescita e in linea con gli obiettivi prefissati.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il tir va troppo piano e insospettisce la polizia stradale, multato "furbetto" del cronotachigrafo

  • E45, in 5 in auto multati dalla Polizia stradale. 26 sanzioni anche per gli amici che arrivano in caserma

  • Ondata di furti nella notte, l'intera frazione sotto choc: sottosopra una decina di case

  • Cosa si può fare in 'zona arancione'? Le faq con le risposte a tutte le domande

  • Coronavirus, 100 nuovi positivi nel Cesenate. Si piangono altre 5 anziane vittime

  • Emilia Romagna a rischio zona rossa automatica, Bonaccini frena: "Quel limite non passerà"

Torna su
CesenaToday è in caricamento