Coppa Italia serie D, spettacolo Sammaurese a Reggio Emilia

Ultimi minuti di sofferenza, poi al triplice fischio è festa.

Nella città del tricolore sventola alto il vessillo della Sammaurese, che, nei trentaduesimi di Coppa Italia di Serie D contro la Reggio Audace, espugna il Mirabello per 2-1 in pieno recupero. Come col San Marino la truppa di Mastronicola si prende uno scalpo nobile alle ultime curve. Davanti ad un nutrito pubblico, quasi 3000 spettatori, le squadre si fronteggiano ad armi pari, ma il protagonista è il caldo. Partita tutto sommato equilibrata con i nostri che provano a ripartire in contropiede e si rendono pericolosi nel finale di tempo con Errico, che colpisce di testa a lato. 

Nella ripresa i granata provano ad alzare il ritmo, la difesa giallorossa regge l'impatto, ma al 65' capitola sul colpo di testa di Ponsat. La Sammaurese prova a reagire e al 25' Zuppardo non si fa pregare e con un gran diagonale infila alle spalle di Narduzzo. E' uno scontro tra due pugili, chi ha la forza può piazzare il colpo del ko ed evitarsi i rigori. Occasione da una parte e dall'altra, tuttavia al 92' la Sammaurese butta al tappeto la Reggio Audace. Percussione di Errico, scambio con Santoni e di nuovo il numero 8 infila in rete. Ultimi minuti di sofferenza, poi al triplice fischio è festa.

REGGIO AUDACE-SAMMAURESE 1-2
Reggio Audace: Narduzzo; Bran, Belfasti, Rozzio, Cigagna; Crema, Cozzolino, Staiti, Broso, Cavagna, Ponsat. A disp: Rossi, Bonora, Masini, Bardeggia, Zaccariello, Palmiero, Osuji, Cozzari, Luche. All Antonioli.
Sammaurese: Baldassarri, Paterni, Soumahin, Rosini, Merciari, Lombardi, Scarponi, Errico, Zuppardo, Bonandi, Louati. A disp: Hysa, Alberighi, Maioli, Lombardi, Maggioli, Cocco, Alfonsi, Toromani, Santoni. All Mastronicola.
Marcatori: 65' Ponsat, 70' Zuppardo, 92' Errico

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento