menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Contro il Cittadella un Cesena irriconoscibile, Camplone: "Colpa mia"

I bianconeri non si sono visti durante il match e l'allenatore ammette: "La prestazione non c'è stata. Non siamo proprio scesi in campo"

Musi lunghi in casa Cesena dopo il brutto ko subìto nel turno infrasettimanale contro il Cittadella. "Mi assumo tutte le responsabilità, la formazione l’ho fatta io e la colpa di questa sconfitta è solo mia", sono le parole di uno scuro in volto Andrea Camplone. I bianconeri non si sono visti durante il match e l'allenatore ammette: "La prestazione non c'è stata. Non siamo proprio scesi in campo". Quindi una breve analisi della sfida: "Il Cittadella ha giocato la partita che aveva preparato, ma c’è poco da commentare. Non abbiamo tenuto un pallone e abbiamo sbagliato qualsiasi cosa oltre ad avergli regalato i primi due goal".

Illusione

La prestazione dei bianconeri contro l'Avellino forse aveva galvanizzato troppo l'ambiente. Camplone su questo dice la sua: "E’ possibile che la vittoria casalinga ci abbia un po’ illuso e questo è un errore da non commettere. Se non tiriamo fuori la cattiveria, la grinta, la voglia, la determinazione non si va da nessuna parte. Questo è un campionato difficilissimo dove qualsiasi squadra può vincere contro chiunque ma senza queste prerogative difficilmente si portano a casa dei punti". Al triplice fischio solo silenzio negli spogliatoi: "Non ho detto nulla. Prima di parlare con la squadra è bene sbollire gli animi e rivedere gli errori commessi".

"Serata da dimenticare"

Andrea Fulignati ha incassato ben quattro gol. Ma l'estremo difensore bianconero è stato autore di una buona prova, con tanto di calcio di rigore parato. Nulla ha potuto invece contro le reti incassate. "E' una serata ovviamente da dimenticare, ma solo dopo aver preso consapevolezza degli errori fatti in campo - commenta il portiere -. Sono proprio quegli episodi da cui dobbiamo imparare maggiormente. Dovremo archiviare in fretta questa partita anche perché il pensiero dovrà essere rivolto al prossimo impegno di campionato".

"Non ci sono scuse, non abbiamo disputato una prestazione all’altezza - prosegue l'estremo difensore -. Venivamo da un risultato positivo e le speranze erano quelle di portare a casa punti anche lontano dal Manuzzi. La delusione è tanta, anche e soprattutto a causa della performance. Domenica cercheremo subito di riscattarci. Tireremo fuori l’orgoglio contro l’Ascoli, davanti al nostro pubblico cercheremo di mettere in campo le stesse doti espresse contro l’Avellino".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento