IL PUNTO | Cesena già in fondo, Belardi eroe a Terni

Poche parole per riassumere la partita contro la Ternana. Uno zero a zero che va benissimo dopo un secondo tempo trascorso in barricata e con una domanda che si fa largo

Difficile giudicare i miracoli di Belardi. Guardando un bicchiere mezzo vuoto bisogna dire che, dopo il tiro di Graffiedi si è visto ben poco, o meglio, quasi nulla. Nella ripresa poi è difficile contare un solo tiro bianconero in porta avversaria; nemmeno da fuori. E' desolante vedere una squadra che non riesce ad imporre il proprio gioco e che, al terzo passaggio, sbaglia e regala palle agli avversari.

Ma il bicchiere potrebbe essere anche mezzo pieno. Basta ammirare un portiere, non più giovincello, capace di tenere a galla una squadra per tutto il secondo tempo. Sicuramente il sig. Ravaglia non gradirà questo mio complimento al sig. Belardi, ma è certo che questo punto è frutto di una decisione ben ponderata da mr. Bisoli con la compartecipazione del numero 22. Discreti poi gli innesti dal primo minuto di Comotto e Ceccarelli. Anche se con un po' di ragnatele sul corpo possono ancora fare la differenza nel campionato cadetto, magari spingendo un po' di più.
 
Quello che di più mi preoccupa è stato soffrire così tanto tempo contro una squadra che non doveva impensierirci
. Va bene che Succi, Lapadula, Parfait, Iori non c’erano e che D’Alessandro ha giocato anche se non era in forma, ma quello che si è visto è stato ben poco. Poche verticalizzazioni e mancata cattiveria a centrocampo dove la Ternana ha trovato svincoli importanti per le azioni d’attacco. Quando in una partita, il migliore in campo è il nostro portiere non è mai un bel segnale!

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non mi è mai piaciuto analizzare i numeri ma, dati alla mano, se non fosse stata inflitta la penalizzazione al Grosseto, ora il Cesena si troverebbe già ultimo e con una delle peggiori difese. Si aggiunge un attacco che in quattro giornate ha collezionato solo due sigilli. Sabato è la volta del Cittadella e saranno out ancora una volta: Succi, impegnato a scontare l’ultimo turno di squalifica, Morero, out per 15 giorni e Lapadula, ancora impegnato a smaltire i guai al ginocchio. Torna invece Iori dopo l’espulsione rimediata contro il Novara.
 
Il mio augurio è quello di centrare al più presto quella vittoria che manca da tanto tempo. Mi auguro inoltre che mr. Bisoli sia affiancato anche da una buona stella, perché i giocatori, signori miei sono questi e i miracoli li faceva solo uno che poi è finito come tutti sappiamo. Una domanda: ma Tabanelli, in che ruolo gioca?

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • Cresce la curva dei contagi, "focolaio" in un caseificio. Il Covid torna ad uccidere nel Cesenate

  • Titolare del chiosco e attrice, una cesenate protagonista in tv ai "Soliti ignoti"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento