menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Cesena ci prova contro la Spal ma a pesare è un gol molto dubbio

Nella trasferta il Cavalluccio va sotto di due gol, scintille in panchina con mister Camplone allontanato dall'arbitro. I padroni di casa concludono in 9 la partita

La Spal ha ospitato il Cesena in questa 30esima giornata di Serie B, un derby dell'Emilia Romagna tra due formazioni che stanno vivendo una stagione opposta: i locali sono ad un punto dalla prima posizione e sognano una clamorosa promozione in A, gli ospiti invece sono alla ricerca di punti per allontanarsi dalla zona play out. Si è trattato di un buon Cesena, almeno nel primo tempo, ma la Spal, alla prima vera occasione, è passata in vantaggio con una rete di Antenucci sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Grandi proteste degli ospiti per un presunto fuorigioco della punta, allontanato Camplone.

Fin dai primi minuti, si è vista una gara impostata all'attacco per entrambe le squadre. Il brivido si è visto al 9' con un gran tiro di Antonucci che ha cercato di sorprendere Agazzi dalla distanza ma, il portiere del Cesena, riesce a bloccare la palla. Pronta la risposta degli ospiti che, al quarto d'ora, continua ad affrontare a viso aperto gli avversari non riuscendo, tuttavia, a trovare la conclusione. Al 22' contatto in area tra Cocco e Lazzari: la punta si lamenta e chiede il rigore, ma l'arbitro Di Paolo fa segno che si può continuare a giocare. Gli ospiti ci provano in due occasioni, al 25', con un cross di Renzettti e il pallone, deviato, finisce tra le braccia di Meret. Buon momento del Cesena. Il Cavalluccio ci riprova con un cross di Crimi deviato: la palla arriva a Cocco che non trova la deviazione sottoporta, posizione comunque non regolare dell'ex Vicenza, pescato in fuorigioco. La Spal sembra fare fatica contro il pressing alto del Cesena che, al 32', sfiora il gol con Crimi che entra in area e tira di controbalzo ma Meret riesce a respingere. Al 34' si riaccende la Spal con Floccari che sorprende Agazzi ma, il portiere, riesce a metterla in calcio d'angolo. E' proprio sullo sviluppo del corner che Antenucci la Spal riesce a passare in vantaggio con un gol di Antenucci anche se, la sua posizione, non era apparsa regolare. Montano le proteste del Cesena con l'arbitro e, Agazzi, viene ammonito mentre mister Camplone viene allontanato dalla panchina sempre per proteste. Scintille in campo e sulla panchina con i giocatori del Cavalluccio che non accettano la decisione dell'arbitro sul gol. Cartellino giallo anche a Cocco per un calcio a Vicari. L'ex Vicenza era diffidato e salterà la prossima partita. Il Cavalluccio prova a pareggiare i conti al 43' ma il tiro a giro di Di Roberto manca di poco lo specchio della porta avversaria.

Il secondo tempo inizia con il Cesena subito in avanti per cercare di recuperare lo svantaggio. Al 52' cartellino giallo per Schiattarella che entra in ritardo su Konè, ammonizione pesante perché la mezzala è diffidata e salterà la sfida con il Carpi. Al 58' cambio per il Cesena: esce Schiavone, entra Garritano. Al 61' arriva il raddoppio della Spal con un gol di Mora: l'azione parte con un cross di Costa, Donkor liscia l'intervento e gran tempismo di Mora che, con il sinistro, incrocia sul secondo palo, dove Agazzi non può arrivare. Al 63' arriva il primo cambio per la Spal: esce Castagnetti, entra Arini. La partita si fa accesa: ammonito Mora per un fallo su Crimi e Rigone per un tackle su Antenucci, che stava difendendo palla spalle alla porta. Al 66' il secondo cambio del Cesena vede uscire Renzetti Rodríguez. Arriva la doppia ammonizione per Mora, autore di un brutto fallo al 68' ai limite dell'area su Rigione e il calciatore della Spal deve lasciare il campo. Del calcio di punizione se ne occupa Di Roberto con un tiro preciso all'incrocio dei pali e, solo tuffandosi e mettendo la palla in calcio d'angolo, Meret riesce ad evitare il gol. Al 72' secondo cambio anche per i padroni di casa: esce Antenucci, entra Schiavon. Anche in 10 la Spal continua ad attaccare e al 77' guadagna un corner; fallo in attacco fischiato da Di Paolo, ma due giocatori a terra per uno scontro aereo. Si tratta di Cremonesi e Rigione. Ad avere la peggio il difensore del Cesena che più che un problema al capo, sembra aver riportato un infortunio ad una caviglia ed è costretto ad abbandonare il campo sostituito da Laribi. All'83' ci prova Cocco ad accorciare le distanze con un sinistro di controbalzo della punta dal limite dell'area: pallone che termina di poco alta sopra la traversa. All'87 utlimo cambio per la Spal: esce Floccari, entra Zigoni. Ultimi minuti di scintille e, la Spal, è costretta a finire la partita in 9: viene infatti espulso, con un rosso diretto, Rosso diretto Costa colpevole di un intervento molto duro, con il piede a martello, su Donkor. Sei minuti di recupero durante i quali il Cesena, sfruttando il vantaggio numerico, prova a segnare almeno il gol della bandiera. Ci prova Crimi sugli sviluppi di un calcio d'angolo, conclusione ad incrociare del centrocampista con la sfera che termina di pochi centimetri al lato del palo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento