Un Cesena decimato per lo scontro diretto con il Siena

Il peso specifico del recupero disputato mercoledì sera si mostrerà in tutta la sua pesantezza domenica prossima, quando contro il Siena mancheranno Pudil, Comotto, Parolo e Beretta

Il peggio di Cesena-Catania deve ancora arrivare: il peso specifico del recupero disputato mercoledì sera si mostrerà in tutta la sua pesantezza domenica prossima, quando contro il Siena mancheranno Pudil, Comotto, Parolo e Beretta. Non poco.
 Questo è il responso del giudice sportivo, che nel merito delle due giornate di squalifica rifilate al laterale ceco ha così legittimato il provvedimento: "Per comportamento scorretto nei confronti di un avversario (Terza sanzione) e per avere, al 20esimo del secondo tempo, all'atto della notifica dell'ammonizione, rivolto all'arbitro un'espressione offensiva".

Allo stop forzato di Pudil vanno aggiunte le squalifiche di Comotto e Parolo, ammoniti mercoledì sera e già in diffida.
Ma non finisce qui.  Alla società è stata comminata una multa da 2mila euro per i cori ingiuriosi rivolti all'arbitro. Per lo stesso motivo una diffida è stata rifilata al presidente Campedelli "per avere, al termine del primo tempo, al rientro negli spogliatoi, rivolto all'arbitro espressioni irrispettose".

Ma non basta: per l'oltraggiosa espressione rivolta a Rocchi un istante prima dell'espulsione, Pudil dovrà sborsare 5mila euro di multa. Dimenticavo, contro il Siena mancherà anche Beretta, allontanato dal campo e squalificato per due giornate.

Grande cuore dei bianconeri mercoledì sera che per 70 minuti hanno retto, nonostante l’inferiorità numerica e gli infortuni capitati a Mutu e Santana. Finalmente si è vista una squadra operaia che non ha mai mollato, ammirevole l’arrembaggio nel finale con Moras e Rodriguez, attaccanti aggiunti.
Prima del fischio d’inizio, si segnala qualche striscione poco amorevole nei confronti dei bianconeri, ne abbiamo evidenziati alcuni:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“VI MANCHIAMO? A NOI FATE SCHIFO!!”
“ LA MAGLIA IN CAMPO VA SUDATA, NON A FINE SERATA…VERGOGNA”
“INDEGNI DI VESTIRE I NOSTRI COLORI”
Pure la gradinata ci si mette con uno striscione che non ha bisogno di tante parafrasi:
“SENZA PALLE E DIGNITA’, SIETE LA VERGOGNA DI QUESTA CITTA’”

Da questa partita si aspettavano i 3 punti, ma dopo tutto quello che è accaduto e, l’atteggiamento visto in campo, i tifosi, hanno salutato e applaudito i giocatori, al termine del match. Il Cesena abbandona l’ultima posizione in classifica e domenica attende il Siena, sarà la volta buona?
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Coronavirus, stabile la curva dei contagi. Cinque i positivi nelle scuole

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • "Qui si cena anche, la stanza la offro io", il ristoratore cesenate 'aggira' il Dpcm

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento