Il Cesena spinge ma per ben due volte si fa recuperare dal Novara

Passato in vantaggio nel primo tempo, i padroni di casa non riescono ad andare oltre il pareggio

Il Cesena, autore di una bella vittoria nello scorso turno di campionato a Perugia, che ha consentito ai romagnoli di lasciare l'ultimo posto in classifica, ha ospitato il Novara, reduce dalla sconfitta casalinga infrasettimanale con la Salernitana. I padroni di casa di mister Castori hanno cercato la continuità dando fiducia a Jallow in attacco, supportato, ancora una volta, da Laribi alle sue spalle. Al 5' la prima azione è del Cesena che costringe Montipò a uscire dai pali e tagliare la strada a Laribi permettendo al pallone di uscire sul fondo. Il buon avvio da parte del Cesena costringe gli ospiti ad abbassare il baricentro. Al 18' arrivano problemi per Agliardi che chiede all'arbitro Minelli di fermare il gioco e Castori è costretto ad effettuare il primo cambio facendo entrare Fulignati. Più Novara, nella seconda parte del primo tempo, che ha cercato di mantenere il possesso palla e, al 27' arriva una gran giocata di Da Cruz in area di rigore; l'olandese deve però arrendersi all'arrivo di Perticone. Al 33' Jallow controlla in area l'angolo di Laribi e tenta la conclusione ma Moscati respinge in corner. Allo scadere del minuto di recupero, Jallow intercetta di testa il preciso cross di Dalmonte insaccando la palla nella rete avversaria e chiudendo il primo tempo in vantaggio.

Il secondo tempo si apre col Cesena che cerca di continuare a spingere e, al 52', arriva un brivido che costringe il portiere avversario a compiere un miracolo e deviare sul palo il potente destro dal limite di Laribi. Prima sostituzione del Novara con Del Fabro che lascia il posto a Chajia. Il nuovo entrato, dopo appena un minuto di gioco, segna subito firmando il pareggio mettendo in rete il pallone sporco generato dal cross di Moscati. Le proteste di Di Noia, tuttavia, servono solo a rimediare per il giocatore il primo cartellino giallo della partita. Il Cesena non ci sta e, al 59', arriva la risposta di Scognamiglio che, di testa su angolo, riporta in vantaggio il Cavalluccio. Il Novara vuole rimettere a posto le cose e si riversa nella metà campo avversaria. Al 66' arrivano due sostituzioni: per il Cesena esce Dalmonte ed entra Donkor mentre, nel Novara, entra Macheda ed esce Moscati. Al 72' arriva l'ammonizione di Golubovic per un fallo su Laribi. E' Macheda, al 76', a centrare il pareggio con la traversa nega la gioia del gol sul colpo di testa di Troest ma Macheda è il più rapido a ribadire in porta la conclusione del compagno. Proteste dei giocatori del Cesena che chiamano a gran voce il fuorigioco. Ultima tornata di sostituzioni con Vita che lascia il posto a Kupisz nel Cesena e Sciaudone al posto di Da Cruz nel Novara. Si combatte molto a centrocampo; entrambe le squadre vogliono portare a casa i tre punti ma, nella mischia, vengono ammoniti Schiavone per un brutto fallo a centrocampo e Casarini, per aver fermato la ripartenza di Jallow in pieno recupero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

  • La regione verso il "giallo" ma Bonaccini avverte: "Dobbiamo evitare una terza ondata"

  • Medicina, moda e ricerca: le tre eccellenze cesenati per il premio Malatesta Novello

Torna su
CesenaToday è in caricamento