menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cesena, è già tempo di derby. Drago: "Sarà una partita difficile"

"Tornando al presente affrontiamo il Modena, sarà una gara difficile, un derby al quale teniamo particolarmente a fare una bella figura. Crespo? Ho avuto modo di conoscerlo nel corso svolto a Coverciano, è un buon allenatore"

Si respira aria di derby con il primo turno infrasettimanale per il Cesena. Si gioca martedì sera all'Orogel Stadium – Manuzzi Cesena-Modena. Una partita che probabilmente metterà un po' di agonismo in più sul campo e maggior attenzione delle forze dell'ordine sugli spalti, dal momento che è uno dei match più “critici” per l'ordine pubblico. Alla vigilia della partita Mister Drago in conferenza stampa analizza la gara vinta ad Ascoli e parla del derby.

"Partiamo da Ascoli dove obiettivamente non abbiamo fatto benissimo in termini di prestazione, ma nemmeno male. Una squadra che fuori casa realizza tre reti e costruisce almeno altre quattro palle goal nitide significa che la partita se l'è giocata a viso aperto. Inoltre mi è piaciuto l'atteggiamento del primo tempo dove siamo stati alti cercando di aggredire l'avversario sin da subito concendendo poco o nulla”, è l'analisi di Drago sull'ultima recente partita in casa dell'Ascoli.

“Tornando al presente affrontiamo il Modena, sarà una gara difficile, un derby al quale teniamo particolarmente a fare una bella figura. Crespo? Ho avuto modo di conoscerlo nel corso svolto a Coverciano, è un buon allenatore che sta cercando di trasmettere una mentalità nuova ad una vecchia identità. Dovremo essere bravi nell'avere pazienza perchè il Modena è una squadra che fa della fase difensiva il punto di forza, per poi contrattaccare a pieno organico”, è il giudizio del mister bianconero.


Un avversario avvantaggiato dal giorno in più di riposo? “Quando affrontiamo un turno infrasettimanale, 24 ore di riposo in più si possono fare sentire, ma non ci aggrappiamo a questo perché sicuramente ci sarà un po' di turnover da ambo le parti. La formazione? La prima cosa da valutare è la condizione dei miei ragazzi e in base ad essa deciderò chi schierare dall'inizio senza trascurare però l'equilibrio di squadra. Cesena è una piazza troppo esigente? Non si tratta solo di Cesena ma è un aspetto che circonda tutto il calcio. Sono certo che la batosta di Entella sia servita a tutti anche se sarebbe stato meglio se fosse avvenuta durante il pre-campionato. Come è iniziato il campionato di Serie B? Proprio come me l'aspettavo, un inizio dove regna la paura di osare."

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento