Sport

Beffa atroce, il Cesena saluta i playoff all'ultimo secondo. Passa il Matelica

I bianconeri perdono 3-2 in casa contro il Matelica e salutano i playoff. Incredibile girandola di gol e emozioni con un finale crudele

Un sogno infranto all'ultimo secondo, nel vero senso della parola. I bianconeri perdono 3-2 in casa contro il Matelica e salutano i playoff. Va avanti la matricola terribile grazie ad un gol al 95esimo dopo che il Cavalluccio aveva rimontato due reti. I gol sono stati siglati da  Magri, Calcagni e Balestrero per gli ospiti, inutili purtroppo i sussulti di Di Gennaro e Ardizzone (al 94esimo) che avevano riequilibrato la partita, dopo che il Matelica si era portato sul 2-0. Al Cesena per accedere ai playoff nazionali bastava un pareggio.

La cronaca

Primo quarto d'ora di partita intenso con il Matelica con un piglio deciso che prova a costruire, non mancano gli errori di impostazione con i bianconeri pronti a colpire di rimessa. Al 23esimo ci prova Volpicelli con un sinistro che finisce alto sopra la traversa. Un minuto dopo ancora il numero 7 del Matelica spara in curva Mare. Al 27esimo clamorosa occasione per il Matelica, colpo di testa di Moretti e palla che si stampa sul palo. Azione iniziata dagli sviluppi di un calcio d'angolo. Al 31esimo si vede il Cavalluccio, Caturano anticipato di un soffio a pochi passi dalla porta. Al 33esimo ammonito Gonnelli che stende un avversario lanciato verso la porta di Nardi. Al 36esimo il cross dalla destra di Tofanari si spegne sull'esterno della rete, controllato da Nardi. Al 36esimo gli ospiti sbloccano la partita con un gol di Kevin Magri che svetta sugli sviluppi di un corner. Subito dopo Calcagni sfiora addirittura il raddoppio calciando sull'esterno della rete.  Al 41esimo sussulto bianconero: gol annullato a Bortolussi per fuorigioco. Urlo strozzato in gola per i presenti allo stadio, tribuna molto calda, presente anche il sindaco Enzo Lattuca. Le due squadre si affrontano a viso aperto, bianconeri spesso imprecisi nell'ultimo passaggio. Al 45esimo cross di Zecca, falciato Caturano in piena area: calcio di rigore per i bianconeri. Bortolussi si fa ipnotizzare da Vitali, si va al riposo con gli ospiti in vantaggio. 

Al quarto minuto della ripresa il Matelica pesca il jolly dalla distanza, una legnata di Calcagni che non lascia scampo a Nardi. All'ottavo minuto Caturano di testa rimette la palla in mezzo, la difesa ospite si salva in corner. All'undicesimo Di Gennaro da ottima posizione calcia debole tra le braccia di Vitali. Intanto Viali si gioca la carta Russini al posto di Ciofi, dentro anche Ardizzone per Ciofi. Al 23esimo azione insistita in area del Matelica con Di Gennaro che scaglia la palla in rete, i bianconeri riaprono la partita. Al 29esimo ci prova Steffè dalla distanza con un tiro completamente sballato. Nell'ultimo quarto d'ora assedio bianconero, saltano tutti gli schemi, l'allenatore del Matelica Colavitto si prende anche un giallo. Al 35esimo ammonito Ardizzone che ferma un contropiede del Matelica con un fallo. Al 36esimo dentro Petermann per Steffè, fuori anche Zecca e dentro Zappella. Al 40esimo fuori Russini (furibondo) e dentro Sorrentino. Al 42esimo espulso Favale per fallo da ultimo uomo. Al 44esimo occasione clamorosa per Di Gennaro servito da Caturano, tiro debole e parato da Vitali. Forcing arrembante nei cinque minuti di recupero, i bianconeri ci provano in tutti i modi. A tempo ampiamente scaduto (94esimo) il Cesena trova il gol della vita con Ardizzone, un 2-2 con cui il Cavalluccio si aggrappa ai playoff. Incredibile quello che succede nel finale con il Matelica che al 95esimo trova il gol del 2-3. Incredibile. Balestrero fredda Nardi e tiene il Matelica nei playoff. Un finale crudele per la stagione del Cavalluccio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Beffa atroce, il Cesena saluta i playoff all'ultimo secondo. Passa il Matelica

CesenaToday è in caricamento