menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'esultanza dei giocatori

L'esultanza dei giocatori

Il Cesena tiene testa ai campioni d'Italia: contro la Juventus finisce 2-2

Partenza sprint dei romagnoli, pericoloso con Defrel in due occasioni nei primi dieci minuti. Provvidenziale Buffon prima con un intervento in tuffo all'8 e quindi due giri di lancette più tardi

Il Cesena stoppa il tentativo della Juventus di allungare sulla Roma, che non è andata oltre lo 0-0 contro il Parma. Davanti ad un "Manuzzi" esaurito in ogni ordine di posto, i padroni di casa hanno tenuto testa ai campioni d'Italia, costringendo la squadra di Max Allegri sul 2-2. Insomma Brienza e compagni hanno mantenuto le promesse della vigilia di mister Mimmo Di Carlo, che aveva annunciato un Cesena tutt'altro che arrendevole in campo.

PARTENZA SPRINT - Partenza sprint dei romagnoli, pericolosi con Defrel in due occasioni nei primi dieci minuti. Provvidenziale Buffon prima con un intervento in tuffo all'8 e quindi due giri di lancette più tardi, quando l'estremo difensore plurititolato ha rimediato ad un clamoroso errore di Bonucci. Al 12' ripartenza di Zè Eduardo che appena dentro l'area calcia debole e centrale, senza dare particolari problemi al portiere juventino. Al 17' il meritato vantaggio dei padroni di casa: Pirlo perde palla a centrocampo, Defrel si invola verso l'area bianconera tocco per Djuric che insacca alle spalle di Buffon.

LA RIMONTA - Al 27' il pari a sorpresa della Juventus, con un'incornata di Morata su traversone di Pogba dalla sinistra. Al 33' la rimonta della squadra di Max Allegri si è trasformata in sorpasso, con Marchisio che ha approfittato di una dormita della difesa romagnola su azione di fallo laterale per gonfiare la rete difesa da Leali. Acquisito il vantaggio, la Juve ha chiuso il primo tempo, con la gestione del possesso palla. Nel finale botta di Pirlo dalla distanza di poco a lato.

MAGIA BRIENZA - Gara maggiormente tattica nella ripresa, con i padroni di casa alla ricerca del pareggio. Brivido per i campioni d'Italia al 53', quando Djuric non è arrivato per un soffio su un cross teso dalla destra di Defrel. Il 2-2 è arrivato al 70' con un gran esterno sinistro di Brienz dal limite dell'area di rigore.

EMOZIONI A GO GO - Trovato il pari, la squadra di mister Di Carlo ha acquisito maggiore autorità, sfiorando il 3-2 al 77' su errore di Bonucci. Ma Djuric ha toppato calciando malamente di sinistro. La Juventus ha avuto l'opportunità per tornare avanti con un calcio di rigore fischiato da Russo per un tocco di braccio di Lucchini su rovesciata di Ljorente (espulso Di Carlo per proteste), ma Vidal ha clamorosamente calciato fuori con Leali spiazzato.

NESSUN TIMORE - Nel finale il Cesena ha amministrato senza problemi un punto che vale oro per la classifica. Anzi, il bicchiere potrebbe esser visto anche mezzo vuoto per quel che ha mostrato nel primo tempo, affrontando la prima della classe senza alcun timore. I punti ora sono 16, mantenendo invariate le distanze dal Cagliari a quota 20. L'Atalanta, ultima ad occupare la zona salvezza, è a sette punti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Benessere

Come rassodare il seno a casa: ecco gli esercizi push up

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento