Il Cavalluccio riparte, il Cesena trema ma poi ribalta l'Isernia. Il Matelica non molla

Dopo lo svantaggio iniziale i bianconeri superano 3-1 l'Isernia, doppietta di un super Alessandro. Il Matelica vince e resta a - 5

Il rigore di Alessandro che chiude la partita

Il Cesena soffre, soprattutto nel primo tempo, ma riprende la marcia. Dopo il ko di Recanati arriva una vittoria in rimonta su un'Isernia agguerrito e mai domo. I molisani passano in vantaggio dopo soli tre minuti di gioco, ma poi si sveglia il Cavalluccio che ribalta la partita con una doppietta di Danilo Alessandro e un gol di Valeri. Non molla il Matelica che piega in casa anche la Sangiustese e resta in scia a -5. 

La cronaca

Al 3' minuto arriva subito la doccia fredda, ripartenza bruciante dell'Isernia con Petitti che converge dalla sinistra e lascia partire un destro potente che trafigge Agliardi. Partenza choc per il Cesena. Al 6' minuto reazione rabbiosa dei bianconeri, ottimo cross dalla sinistra, Ricciardo di testa non inquadra la porta. Al 13' il Manuzzi tributa un grande applauso a Davide Astori, capitano della Fiorentina, scomparso il 4 marzo di un anno fa. Il Cavalluccio ci prova ma con attacchi disordinati che non portano occasioni da gol nitide. Al 31' ci pensa Danilo Alessandro a togliere le castagne dal fuoco con una punizione dai 25 metri che batte Tano. Il Cesena riaddrizza la partita. Al 40' il Cavalluccio completa la rimonta: Valeri chiude una bella azione corale con un tiro rasoterra che si infila alla sinistra di un incolpevole Tano. Ancora Danilo Alessandro in evidenza con un grande assist. Il Cesena chiude il primo tempo in vantaggio. Nell'intervallo tra le "Leggende Bianconere" è il turno di Ruggiero Rizzitelli, primo giocatore del Cavalluccio ad essere convocato in Nazionale.

Al 9' della ripresa Angelini si affida all'esperienza di davide Biondini, che prende il posto di Fortunato. All'11' ancora un'ottima punizione di Alessandro dalla sinistra, Benassi impatta bene di testa ma Tano non si fa sorprendere. Al 16' grandissima occasione per il Cesena, Ricciardo si invola verso la porta, ma invece di tirare preferisce servire Alessandro, sul tiro dell'attaccante romano Tano è miracoloso. Al 27' Loris Tortori prende il posto di Gianni Ricciardo, che esce tra gli applausi. Si aprono degli invitanti spazi in contro piede ma il Cavalluccio non sembra voler affondare. Al 37' Alessandro agganciato in area: è rigore netto. Sul pallone va lo stesso attaccante che non sbaglia. Il Manuzzi può tirare un sospiro di sollievo, doppietta personale per il numero 10 e partita chiusa al 39' del secondo tempo. Canta la Curva Mare, seguita da tutto lo stadio, al Manuzzi è un'altra domenica di festa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento