menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giro d'Italia, Cesena assiste all'emozionante fuga dei romagnoli

Un punto cruciale, quello della città malatestiana, dove i cinque fuggitivi con due minuti di vantaggio hanno capito che potevano concludere in solitaria la tappa, senza essere ripresi dal gruppo.

Doveva essere una tappa per velocisti, quella che da Civitanova Marche portava a Forlì. Duecento chilometri pressoché pianeggianti, dei quali molti con vista Adriatico. Per gli addetti ai lavori era la tappa ‘regina’ per un arrivo in volata ma, si sa, nel ciclismo tutto può succedere. E può infatti succedere che cinque corridori partano per una fuga epica dopo soli sette chilometri dalla partenza. Succede che il gruppo li sottovaluta e che, sulla via Emilia, il gap dai fuggitivi diventi incolmabile. A trionfare è così Nicola Boem che, sul traguardo di viale Vittorio Veneto, ha preceduto Matteo Busato e i romagnoli Alessandro Malaguti e Alex Marangoni.

La tappa è anche transitata per il cesenate. Superata Santarcangelo, la carovana rosa ha cavalcato la via Emilia passando per Savignano e poi per Cesena. Un punto cruciale, quello della città malatestiana, dove i cinque fuggitivi con due minuti di vantaggio hanno capito che potevano concludere in solitaria la tappa, senza essere ripresi dal gruppo. Molte le persone che hanno voluto salutare i corridori, soprattutto nei viali Marconi ed Oberdan dove si sono intravisti anche striscioni ad osannare l’indimenticato e indimenticabile Marco Pantani. A Capocolle la svolta per lo sfortunato Oscar Gatto: una foratura lo costringe ad abbandonare ogni speranza di vittoria e poco prima di Forlimpopoli viene riassorbito dal gruppo.

A Forlì la volata finale: Alex Marangoni, da Lugo di Romagna, prova a sorprendere i tre compagni di fuga. Viene ripreso a circa 500 metri dal traguardo, in corso Mazzini, dove partono poi Matteo Busato e Nicola Boem, seguiti dal forlivese Alessandro Malaguti, spinto dalla festante folla di casa. Ma le gambe migliori sono quelle di Boem: il 26enne della Bardiani trionfa a braccia alzate sul traguardo di viale Vittorio Veneto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Benessere

Come rassodare il seno a casa: ecco gli esercizi push up

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento