Match senza emozioni. Tra Cesena e Crotone vince la noia

Poche le emozioni regalate durante la partita Cesena-Crotone. A far da cornice uno stadio da cui sono piovuti fischi alla fine delle due frazioni di gara

Se Bisoli avesse i capelli se li sarebbe strappati tutti. Poche le emozioni regalate durante la partita finita a reti inviolate. A far da cornice uno stadio da cui sono piovuti fischi alla fine delle due frazioni di gara. Un “Meritiamo di più” catato dalla Curva Mare dopo il triplice fischio riassume il contenuto della partita.  Il Cesena, dal canto suo, ha cercato in tutti i modi di essere pericoloso senza trovare il corridoio giusto per il gol.

Primo tempo
La prima frazione di gara è sterile di occasioni da entrambe le parti. Il Cesena, nei primi trenta minuti, è stato incapace di creare occasioni da gol, in compenso non ha risparmiato sbadigli nella tifoseria. Gli ospiti si sono resi pericolosi solo con conclusioni dalla distanza che mai hanno impensierito un Belardi sempre preciso e puntuale. Mister Bisoli nota che qualcosa non va e rimanda negli spogliatoi un impalpabile Tabanelli per D'Alessandro.

Il numero sette bianconero entra subito in partita sfruttando al sua prorompente velocità e abilità nel saltare l'uomo, ma l'attacco non gli è stato d'aiuto sfruttando i suoi assist. Così, senza neanche un tiro nello specchio per i padroni di casa, si va negli spogliatoi con il risultato di 0 a 0 e con la Curva che rumoreggia e fischia i giocatori.

Secondo tempo
La seconda metà si apre quando al settimo minuto Gabionetta richiama l'attenzione di Belardi che, in tuffo, respinge in angolo. Pochi minuti dopo, il copione si ripresenta con Maiello che, sempre dal limite, scarica tutta la potenza calciando verso la porta bianconera. Questa volta è il palo che salva Belardi. Al decimo minuto, Bisoli getta nella mischia Lapadula al posto di Defrel reduce da una prova incolore.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...



Al 28esimo c'è la prima vera occasione da gol per il Cesena con Graffiedi che sfrutta un perfetto cross di Rossi, ma il portiere rossoblu è bravo a intuire la conclusione sul perfetto tiro al volo dell'attaccante. Gioco caratterizzato dai numerosi stop da porte dell'arbitro Roca per molti contrasti tra i giocatori. Alla fine saranno sei i minuti di recupero.
Partita che poi seguirà le orme del primo tempo per quanto riguarda lo spettacolo e il risultato. Nessuna delle due formazioni ha il sopravvento sull'altra; il Cesena saluta così i suoi tifosi come li aveva congedati alla fine della prima frazione: con qualche fischio piovuto dalla Curva.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • Prezzi delle case vacanza, Cesenatico sul podio. Come il Covid influenza il mercato immobiliare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento