Il Cittadella espugna il Manuzzi: il Cesena precipita in zona playout

Nella ripresa gli ospiti sono prevalsi sui padroni di casa, difendendo senza difficoltà la rete di vantaggio

Il Cesena cade in casa contro il Cittadella, non riuscendo a confermare l'ottimo ruolino di marcia tra le mura amiche che aveva portato ai bianconeri di mister Fabrizio Castori 11 punti nelle ultime 5 partite giocate al Manuzzi. Specie nel primo tempo, la squadra di Roberto Venturato ha mostrato una certa superiorità sui bianconeri, trovando il gol partita al 29' con Kouame al termine di una rocambolesca azione. Nella ripresa con l'ingresso di Jallow il Cesena ha cambiato passo, ma senza trovare il pare. Con questo ko la classifica si fa decisamente brutta: scavalcati dall'Entella, i bianconeri si trovano in zona playout.

Primo tempo

Castori lascia in panchina Jallow e si affida al 4-4-1-1, con Laribi alle spalle di Cacia, mentre Venturato risponde col 4-3-1-2 con Kouame e Strizzolo terminali offensivi. Partita vivace fin dalle prime battute. La prima conclusione del match è al quarto minuto di Schiavone dalla distanza, che trova l'ottima risposta di Alfonso. Gli ospiti si fanno minacciosi quattro giri di lancette più tardi con un blitz in area di Strizzolo, ma il suo tiro si spegne sul palo a Fulignati battuto. Al 13' lavoro per i moviolisti: Cacia finisce a terra in area di rigore dopo un contatto con Scaglia: l'arbitro Ros lascia correre, nonostante le proteste del centravanti bianconero. Al 19' Settembrini prova a sorprendere Fulignati con un destro a giro, ma la sfera non inquadrata lo specchio della porta. Al 21' ancora un'azione dubbia in area di rigore, questa volta per gli ospiti che protestano per un presunto tocco di mano di Perticolo su incornata di Strizzolo.

Il Cittadella alza la pressione, provandoci al 25' con una botta dalla distanza di Settembrini fuori misura. E' il preludio al gol, che arriva al 29' con Kouame al termine di una rocambolesca azione: su una conclusione da fuori area di Schinetti, Fulignati respinge sui piedi di Strizzolo, che a colpo sicuro colpisce il legno; la sfera finisce a Kouame che a porta vuota insacca. Trovato il gol, è sempre il Cittadella a spingersi in avanti, provando a colpire dalla fascia destra con una serie di traversoni che non colgono impreparata la retroguardia bianconera. I padroni di casa ci provano al 43' con un colpo di testa di Cacia su cross di Schiavone che non sorprende Alfonso. E' l'ultima azione degna di nota di un primo tempo che ha visto gli uomini di Venturato prevalere sui bianconeri di Castori.

Secondo tempo

Castori rivoluziona la squadra togliendo Esposito e Dalmonte ed inserendo Scognamiglio e Jallow. I bianconeri entrano in campo più determinati, ma è del Cittadella la prima occasione gol con un tiro dal limite dell'area Settembrini, col sinistro a sfiorare l'incrocio dei pali. Al 56' Venturato è costretto a cambiare il portiere Esposito, obbligato a lanciare il campo per un problema fisico, con Paleari. Quest'ultimo si fa trovare subito pronto, deviando in angolo un tiro su Jallow ben servito da Cacia. Ancora pericoloso il Cesena al 60' sugli sviluppi di un angolo, con un destro al volo di Scognamiglio su cui nè Cacia nè Fazzi riescono ad intervenire. Venturato vede i suoi in affanno e decide di inserire forze fresche, togliendo Chiaretti e lo zoppicante Strizzolo e gettando nella mischia Bartolomei e Vido. Al 73' doppio tentativo del Cittadella: prima il sinistro di Schenetti, deviato da un difensore; poi il destro al volo di Iori, di poco alto sopra la traversa. Un giro di lancette più tardi è Cacia a scaldare i guanti di Paleari, che devia il sinistro del bomber bianconero in angolo. Nei minuti finali è il Cittadella a farsi pericoloso e portare a casa i tre punti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio a Sergio Rossi, anche il 're' del calzaturiero tra le vittime del virus: "Una grande perdita"

  • "Creativo e perfezionista", ha portato la scarpa di San Mauro in tutto il mondo. Tanti ricordano Sergio Rossi

  • "Un giorno tristissimo", si è spento l'imprenditore dell'ortofrutta Daniele Brunelli

  • Stabile il rallentamento del virus (+12), si piange il 16esimo morto. In provincia oltre 1000 positivi

  • Caffè o spesa con bar e supermercati chiusi, una decina pizzicati dai Carabinieri

  • Il contagio si stoppa, zero nuovi casi ma due decessi. Un'altra vittima alla "Maria Fantini"

Torna su
CesenaToday è in caricamento