menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il colpo di testa di Ciofi che ha sbloccato la partita

Il colpo di testa di Ciofi che ha sbloccato la partita

Delusione Cesena, un palo e una traversa fermano i bianconeri: col Campobasso è solo pareggio

Due legni clamorosi e alcune decisioni arbitrali discutibili condannano il Cavalluccio al pareggio, il Matelica ora è a + 7

Su un campo reso pesante dalla pioggia il Cesena non va oltre l'1-1 contro il fanalino di coda Campobasso. Partita letteralmente stregata, con due legni colpiti dai bianconeri. Le reti al 6' di Ciofi per il Cesena e all'8' di Giacobbe per gli ospiti, salvati in diverse occasioni da parate miracolose del portiere Sposito. Il Cesena ha pagato anche le solite assenze importanti: Ricciardo, Zammarchi, Zamagni e Biondini più lo squalificato Tortori. Beppe Angelini in attacco si è affidato alla coppia Alessandro-Capellini, con Casadei ancora in panchina. Il Campobasso è fanalino di coda del gruppo F della serie D con soli 9 punti frutto di 2 vittorie, 5 pareggi e 6 sconfitte, i molisani scontano anche due punti di penalizzazione.

La cronaca

Partenza a razzo del Cesena, sul primo calcio d'angolo della partita al 4' Ciofi indisturbato in area colpisce di testa e batte Sposito. Passano solo due minuti e il Campobasso pareggia: il tiro di Giacobbe dal vertice sinistro dell'area è velenoso e supera Agliardi. Inizio del match pirotecnico su un terreno di gioco reso pesante dalla pioggia. All'11' clamorosa occasione per il Cavalluccio: cross dalla sinistra di Valeri, arriva Brenton Tola in scivolata ma non inquadra la porta a pochi passi dal portiere. Al 16' trema la porta di Agliardi, azione manovrata dei molisani che porta al tiro Musetti, il suo tiro deviato da un difensore bianconero si stampa sulla traversa.  Al 20' Alessandro penetra in area, un difensore del Campobasso usa le maniere forti per fermarlo, per l'arbitro non è rigore. Al 30' gran destro di Gori in diagonale respinto dal portiere ospite. Al 39' palo del Cesena, azione fotocopia del gol ma stavolta il colpo di testa di Ciofi si stampa sul legno alla sinistra di Sposito. L'azione prosegue e il tiro di un attaccante bianconero viene respinto in modo sospetto da un difensore molisano. Per l'arbitro è tutto regolare e il Manuzzi inizia a imbufalirsi, bordata di fischi per il direttore di gara. Al 45' Tola sbaglia un gol quasi fatto, il suo destro in diagonale finisce a lato. E' l'ultima emozione di un primo tempo ricco di emozioni. 

Al 10' della ripresa clamorosa chance per il Cesena, mischia in area Capellini viene murato due volte dalla difesa ospite, la palla finisce a Gori, tiro secco e grande parata del portiere del Campobasso. Al 12' ancora Capellini in area, conclusione a botta sicura, Tommasini respinge come può. Al 20' cross dalla sinistra di Valeri ancora Tommasini ci mette il piede, Sposito è miracoloso nell'evitare l'autogol. Passano due minuti e i bianconeri sfiorano per l'ennesima volta il vantaggio. Alessandro calcia due volte da posizione ravvicinata, ancora Sposito è straordinario, la porta del Campobasso sembra stregata. Forcing totale del Cesena. Alla mezzora Angelini si gioca la carta Casadei al posto di un generoso Capellini. Al 40' succede qualcosa di quasi incredibile, destro al volo di Stikas con la palla che danza sulla parte interna della traversa. Sembra una maledizione. Nei sei minuti di recupero il Campobasso resiste e porta a casa un pareggio insperato. Per il cavalluccio è una delusione tremenda, il Matelica ora è a +7, "Meritiamo di più", canta il pubblico del Manuzzi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento