Cesena campione di solidarietà con "Tutti allo Stadio"

Il progetto parte dalla consapevolezza dell’esigenza di offrire risposte significative alla persone disabili, soprattutto ai giovani, che sentono forte l’impulso di socializzare

Nell’ambito del progetto “Dino Manuzzi: lo Stadio della città” è nata l’iniziativa “Forza Cesena – Tutti allo Stadio”. Il Cesena, in collaborazione con l’Area Disabili dell’Ausl, ha messo a disposizione 4 abbonamenti gratuiti per delle persone disabili. Il progetto parte dalla consapevolezza dell’esigenza di offrire risposte significative alla persone disabili, soprattutto ai giovani, che sentono forte l’impulso di socializzare, di fare esperienze e di integrarsi nel tessuto sociale del territorio.

E' necessario infatti sottolineare come il bisogno di essere inseriti in un gruppo di amici e di svolgere attività extra-lavorative sia essenziale soprattutto per i ragazzi più giovani. In questo scenario lo sport, e il calcio in particolare, può giocare un ruolo molto importante sia come proposta esperienziale che aggregativa, può essere il mezzo che collega i ragazzi ad altre persone che condividono la stessa passione.

Si tratta di un progetto pilota che ha lo scopo di favorire le relazioni tra i componenti del gruppo e di incentivare l’integrazione con gli altri tifosi e con i gruppi organizzati, al fine di creare e di far vivere esperienze significative e costituire legami duraturi e spendibili anche all’esterno del mondo del calcio. Tre ragazzi, che nonostante la disabilità hanno buone autonomie e capacità, hanno già iniziato a recarsi allo Stadio accompagnati da un educatore volontario, associandosi al Coordinamento Clubs Cesena.

Lo scopo è quello di cercare di sviluppare legami significativi tra il gruppo di ragazzi e gli altri tifosi, in modo che possano sfociare in altre attività come ad esempio guardare le partite in trasferta in TV con gli altri tifosi, partecipare alle serate e alle manifestazioni organizzate dal Coordinamento Clubs Cesena, prendere parte alle trasferte organizzate e farsi promotori in prima persona dell’organizzazione di cene e incontri post-partita.

A fine stagione si cercherà di valutare l’andamento di quest’esperienza, nella speranza di poter aumentare i ragazzi inclusi nel progetto e di presupporre ulteriori sviluppi, come la creazione di un club ex-novo aperto ai ragazzi con disabilità, ai loro famigliari e a chiunque voglia associarsi e vivere questa esperienza. Si potrebbe poi ipotizzare una sede del club come luogo d’incontro tra i vari associati, aperto alcuni giorni della settimana, per poter così aumentare le occasioni d’incontro tra le persone.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Governo al lavoro per un nuovo Dpcm, si pensa a coprifuoco e altri limiti per i locali

  • Finisce l'incubo per la famiglia, dopo l'appello a "Chi l'ha visto" ritrovata la 17enne scomparsa

  • Ore di ansia per la famiglia, si moltiplicano gli appelli per una 17enne scomparsa: ma c'è il lieto fine

  • Si lascia cadere nella notte dal Ponte vecchio: recuperato il cadavere nel Savio

  • Colto da un infarto sull'E45: sbatte contro il new jersey e muore

  • Prezzi delle case vacanza, Cesenatico sul podio. Come il Covid influenza il mercato immobiliare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento