rotate-mobile
Sport

Cresce la voglia di esonero: il "popolo di Facebook" ha scaricato Bisoli

Sale la voglia di esonero: è quella del mister Pierpaolo Bisoli la testa che secondo molti tifosi deve rotolare di fronte all'ennesima disfatta. Il "popolo di internet", che spesso si esprime senza mezze tinte, ha decretato la necessità di cambiare allenatore

Sale la voglia di esonero: è quella del mister Pierpaolo Bisoli la testa che secondo molti tifosi deve rotolare di fronte all'ennesima disfatta, quella contro il Chievo. Il “popolo di internet”, che spesso si esprime senza mezze tinte, ha decretato a grande maggioranza la necessità di cambiare allenatore. Lo si evince dalle ormai centinaia di commenti che si possono leggere sia sulla pagina Facebook del Cesena Calcio che su altre pagine di tifo e cronaca cittadina. Bisoli è sotto scacco specialmente per alcuni cambi non azzeccati e per la mancanza di gioco complessivo dei bianconeri.

Questi alcuni dei commenti tratti da Facebook più “forti”: “Se non si esonera Bisoli siamo spacciati. Ottimo allenatore da B ma nelle sue esperienze in A e' stato sempre un disastro”, “Se si giocano 2 partite consecutive in tal modo il colpevole è uno solo: l' allenatore”. Ma non manca chi, in modo minoritario, difende il mister: “Se va via bisoli con 'sta rosa non credo sia possibile fare di più, con lui almeno sei sempre sul pezzo, con un altro rischiamo di sbragare”. Ed ancora: “Squadra allestita con gli scarti, riserve delle riserve e ora titolari nel Cesena. Bisoli sta già facendo tanto con sta squadra”. Un lettore invoca Lugaresi: “Pres è ora che tiri fuori le palle, squadra in ritiro e giocatori multati per scarso impegno”.

Proprio Lugaresi ha in mano ora il pallino. Se è scontato che nelle prossime ore la dirigenza del Cesena discuterà del destino di Bisoli, l'uomo delle mille rimonte, è probabile che alla fine si concorderà una nuova strategia, senza l'esonero. Anche perché l'ingaggio di un altro allenatore è tutto un rebus (e un costo). Il nome più accreditato per la sostituzione è Delio Rossi, che però ha un contratto con la Sampdoria. Tra i tifosi, invece, c'è chi invoca Ficcadenti.

Intanto anche nella sala stampa del Bentegodi, Mister Bisoli ha preso atto dello scarso gioco del Cesena, ammettendo che il Chievo ci ha creduto di più: “Abbiamo toppato contro una diretta concorrente, dispiace per il gol preso alla fine. È stata una partita brutta che siamo riusciti a tenere in bilico fine alla fine. Abbiamo avuto grosse difficoltà sulle palle inattive, il calcio è fatto di esperienza e bisogna sapere leggere le situazioni perché in Serie A si paga dazio. Il Chievo ha avuto più furore agonistico di noi ma non ci ha schiacciato, abbiamo perso una battaglia non la guerra. Sono mancati cattiveria e voglia di aggredire l’avversario. Alla ripresa bisognerà guardarsi negli occhi e lavorare di più, sapevamo dall’inizio di dover lottare per non retrocedere e finora avevamo fatto bene. Paghiamo il fatto che questa categoria l’hanno fatta in pochi, è stata una brutta botta ma ci rimboccheremo le maniche per sopperire alle nostre mancanze”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cresce la voglia di esonero: il "popolo di Facebook" ha scaricato Bisoli

CesenaToday è in caricamento