Diamonds irriconoscibili contro il Sasso Marconi

Lasciano agli avversari campo libero. Domenica da dimentica con troppe basi per balle e poche valide

Brutta, brutta domenica per i Diamonds. La squadra cesenate proveniva da una striscia positiva: vittoria con l’Imola e la combattutissima gara contro il Rimini’86, ma nulla è valso. Il partente Bellettini reggeva solo 3 riprese poi gli succedeva sul monte Sibillano che da subito faticava a trovare l’area dello strike. Infine Lombardi saliva sul monte con l’arduo compito di portare a
termine l’incontro che già aveva presa una direzione a senso unico per gli ospiti: 12 a 0 alla fine del terzo.

Mute anche le mazze cesenati: appena 6 le valide di cui la metà dei più giovani come il triplo del quindicenne Riccardo Romboli. Si parte in salita per i cesenati subito al secondo quando Caramazza batte una linea sull’esterno centro e Sandri con un bunt mal gestito dalla difesa romagnola fa entrare il primo punto. E’ la volta Calari in base per scelta difensiva che viene spinto a
casa base dalla valida di Folli.

I cesenati partono all’inseguimento nella parte bassa del secondo:
Coperchio in prima colpito dal lanciatore, Sibillano che lo spinge avanti con una valida e Francia anche lui in base su valida. Con i punti del pareggio sulle basi, Vizkaino manca l’appuntamento con la palla e l’inning finisce con un nulla di fatto. Intanto le mazze bolognesi decretano la fine di Bellettini sul monte di Lancio. Sibillano non ha migliore efficacia e dopo appena 6 battitori
affrontati viene rilevato da Lombardi. Intanto il distacco si fa definitivo.

Solo al sesto si vede una lieve reazione per i padroni di casa: Bellettini batte una insidiosa sul terza base e quindi Diaz batte valido all’esterno centro. Questa volta Vizkaino fa il suo dovere a porta a casa due punti. Ancora al settimo sono Lombardi che sfrutta un errore del seconda base e giunge salvo in prima e poi il giovane Romboli con un triplo che accorcia le distanze sul 20 a 4. Cause ignote quindi quelle dello scivolone cesenate.

Concentrazione, stanchezza, sono stati tra i probabili fattori, infatti oltre al gioco questi atleti sono chiamati durante la settimana agli impegni quotidiani, chi allo studio e chi al lavoro. Ma il baseball a questi livelli è bello per questo: alla domenica ci si ritrova con gli amici più che con una squadra e si esce allegri dallo spogliatoio sia che si sia vinto sia che si sia perso.
 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • Cresce la curva dei contagi, "focolaio" in un caseificio. Il Covid torna ad uccidere nel Cesenate

  • "Qui si cena anche, la stanza la offro io", il ristoratore cesenate 'aggira' il Dpcm

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento