Arrigoni amareggiato: "L'autogol ci ha steso, ma credo nella salvezza"

E' con grande dispiacere che il mister Arrigoni affronta la sconfitta con l'Atalanta. Zero punti che minano l'obiettivo salvezza. "L'autogol ci ha steso" ha ammesso, ma la sua attenzione punta già al prossimo incontro

E' con grande dispiacere che il mister Arrigoni affronta la sconfitta con l'Atalanta. Zero punti che minano l'obiettivo salvezza. “L'autogol ci ha steso” ha ammesso, ma la sua attenzione punta già al prossimo incontro. Quel che ha da rimproverare ai suoi lo limita alla prestazione del primo tempo, mentre nel secondo tempo tutto è franato con l'autogol.
“Sapevamo di affrontare una buona squadra che corre – ha detto - e gli abbiamo tenuto testa”.

“Nel secondo tempo la partita si è riequilibrata. - ha detto - Non avevano il piglio di offendere, ma non abbiamo subìto. Nella seconda metà di occasioni da gol dell'Atalanta  non ne ho viste”. Cerca quindi di limitare i danni, ma deve ammettere che... “l'autorete ci ha steso, invece che allargare il gioco abbiamo verticalizzato e potevamo fare molto meglio”.

In merito all'ingresso di Pudil ha detto di averci pensato, maha desistito perchè nn lo vedeva ancora pronto. “Già eravamo in difficoltà e non volevo rischiare”. In merito all'anticipo con la Lazio ha detto che... “andiamo a fare una partita in ci danno già per persi, ma ciò nonostante credo come prima nella salvezza”. Ha elogiato Consigli autore di due parate strepitose.

Sull'esclusione di Candreva ha detto che... “Tre in avanti non me li posso permettere, per me Candreva è forte, ma ci possiamo permettere due punte e un tre quartista”. Ma sulla dipartita in bianconero del giocatore il mister non si è espresso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il mondo dell'imprenditoria cesenate è in lutto: è morto Augusto Suzzi, fondatore della 'Suba'

  • Coronavirus, 100 nuovi positivi nel Cesenate. Si piangono altre 5 anziane vittime

  • Disobbedienza civile dei ristoranti, apertura nonostante il blocco: anche a Cesena la protesta

  • I numeri settimanali del Covid, il Cesenate è l'area più colpita: forte aumento dei contagi

  • Coronavirus, approvato il nuovo decreto: divieto di spostamento tra regioni fino al 15 febbraio

  • Bar e ristoranti a Cesena non aprono, ma la protesta è simbolica e con stile: "Ci hanno abbandonato"

Torna su
CesenaToday è in caricamento