Campestre "Running 1000": tra gli Assoluti vincono Simone Colombini e Chiara Casolari

L’insidioso tracciato realizzato dagli organizzatori ha esaltato i 1018 atleti presenti sul campo di gara

Il “Running 1000” è’ stato una grande festa di sport. Il Campionato Regionale di Società di corsa campestre, organizzato nella mattinata di domenica dall’Atletica Endas Cesena, ha mantenuto fede alle attese della vigilia riunendo sul prato del Parco Ippodromo la “creme” del mezzofondo dell’Emilia-Romagna. L’insidioso tracciato realizzato dagli organizzatori ha esaltato i 1018 atleti presenti sul campo di gara, messi a dura prova dai continui cambi di pendenza e dall’ultima ripidissima salita poco prima del traguardo, e ha entusiasmato il numeroso pubblico presente, che, proprio per le caratteristiche del parco, ha potuto seguire le gare per quasi tutto il loro sviluppo. Le previsioni della vigilia sono state rispettate nelle categorie Assoluti uomini e donne che hanno visto in cima al podio i rappresentanti della Fratellanza Modena.

Alla fine degli 8 chilometri previsti un solo secondo ha diviso Simone Colombini e Alessandro Giacobazzi, mentre Chiara Casolari ha avuto trenta secondi di tempo per riprendere fiato prima di abbracciare sul traguardo la compagna di squadra Francesca Giacobazzi. Una curiosità da segnalare è che tutti e quattro questi ragazzi vengono da Pavullo nel Frignano, piccolo paese nei pressi di Sestola che negli ultimi anni si è rivelato essere un serbatoio quasi inesauribile di talenti. Nella gara femminile una menzione d’onore va alla forlivese Anna Spagnoli (classe 1972) che ha ceduto soltanto tre secondi alla Giacobazzi, più giovane di vent’anni esatti. Per i padroni di casa il miglior risultato è arrivato dai 4 chilometri degli under 18 dove Simone Brunelli è stato preceduto soltanto da Anas Ali (Sacmi Imola) e Thomas Tesfamariam (Fratellanza).

“Era il nostro debutto in una manifestazione complessa come questa e sono orgoglioso di poter dire che abbiamo superato l’esame a pieni voti - ha dichiarato Lorenzo Gasperoni, presidente del club cesenate -. Gli atleti hanno apprezzato il percorso, le società presenti si sono complimentate per la nostra organizzazione e il pubblico cesenate a risposto oltre ogni aspettativa. Il merito va tutto al nostro staff, che si è occupato di curare ogni dettaglio, e ai volontari che ci hanno aiutato tantissimo nell’allestimento. Di certo abbiamo intenzione di replicare il prossimo anno e se in futuro ce ne fossero le condizioni non escludiamo di portare a Cesena un evento di carattere nazionale”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

  • Bonaccini: "Emilia Romagna arancione? Curioso. Per Natale valutiamo aperture"

  • La regione verso il "giallo" ma Bonaccini avverte: "Dobbiamo evitare una terza ondata"

Torna su
CesenaToday è in caricamento