rotate-mobile
Lunedì, 6 Febbraio 2023
Calcio

Quercioli: "Spero di arrivare in serie D, ma il primo salto è salire in Eccellenza con la mia Sampierana"

“Il mio compito è di andare via sulla fascia, cercare l'uno contro uno e la profondità e mettere la palla in mezzo per il nostro bomber Lanzi"

Una rete di Manuel Quercioli al 24' del primo tempo ha permesso alla Sampierana di vincere sul difficile campo del Forlimpopoli e di rimanere in scia alla leader Gambettola (+5 il vantaggio). Il testa a testa continua e probabilmente la situazione sarà più definita al giro di boa, tra tre turni, quando è in calendario lo scontro diretto a San Piero in Bagno. Quercioli è uno dei valorosi under della squadra di Barontini. Classe 2004, esterno di fascia di 1,84 metri, nativo di San Piero in Bagno e studente al quarto anno delle Superiori, ha alle spalle l'importante scuola di settore giovanile di Cesena e Forlì. Tornato alla Sampierana, è alla seconda stagione nel club del presidente Oberdan Melini. Viene utilizzato ora sulla linea di difesa, ora dalla cintola in su, un ruolo in cui la concorrenza è assai agguerrita ora che è arrivato anche Braccini.

“Il mio compito è di andare via sulla fascia, cercare l'uno contro uno e la profondità e mettere la palla in mezzo per il nostro bomber Lanzi – dice Quercioli –. Il mio punto di forza è la corsa e cerco di sfruttarla al massimo come chiede il mister. Mi piacciono entrambi i ruoli e cerco di essere efficace alla stessa maniera. Barontini mi sta dando fiducia e io cerco di ripagarlo al meglio. La concorrenza? E' uno stimolo per dare il meglio tutti e sono certo che anche i miei compagni siano dello stesso avviso”.

Come è arrivata la rete di Forlimpopoli, la sua seconda stagionale?

“Diversi ha messo dalla sinistra una palla in mezzo, un avversario l'ha spizzata all'indietro e io di destro al volo, all'altezza del disco del rigore, di collo pieno, l'ho messa sul palo opposto. Dedico questa rete ai miei genitori, a papà Mirco e mamma Francesca che hanno condiviso i miie sacrifici nelle stagioni di pendolare a Cesena e Forlì. La mia prima rete l'ho segnata al Sant'Ermete. Sul cross sempre dalla sinistra ho anticipato il difensore e calciato la palla sul primo palo”.

Era temuta la trasferta di Forlimpopoli, invece l'avete superata a pieni voti...

“E' stata una vittoria importante perché il Forlimpopoli si è dimostrato avversario di rango, ci ha messo alla frusta però dopo l'1-0 abbiamo tenuto bene il campo rischiato poco e nel finale Narducci ha colpito il palo. La lezione di precedenti trasferte in cui abbiamo lasciato per strada dei punti è stata recepita: non bisogna mai mollare né avere cali di attenzione. Sono tre punti che ci danno ancora più fiducia e convinzione nella nostra forza e penso che anche il Gambettola a questo punto prenderà atto che la Sampierana sarà un osso duro fino alla fine. Loro hanno molti giocatori di qualità, noi siamo un ottimo gruppo: sarà un duello avvincente fino alla fine”.

Quercioli e il calcio. Il sogno nel cassetto?

“Il calcio è la mia passione spero di meritare categorie superiori, magari arrivare in serie D. Intanto il primo salto è salire in Eccellenza con la mia Sampierana”.

Intanto è ritornato dall'America Simone Pippi che si è aggregato al gruppo assieme al nuovo acquisto Davide Braccini. Fino alla fine di gennaio, prima cioè dell'inizio della seconda fase della sua esperienza di studio e sport oltreoceano, è di nuovo a disposizione di mister Barontini. Passa alla Del Duca il portiere Michele Zollo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quercioli: "Spero di arrivare in serie D, ma il primo salto è salire in Eccellenza con la mia Sampierana"

CesenaToday è in caricamento