rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Calcio

Il Cesena non si ferma più, bianconeri a valanga a Teramo: segna anche l'ex. Agganciata la vetta

A Teramo partita senza storia, gli uomini di Viali travolgono gli abruzzesi e agganciano la Reggiana. A segno anche l'ex di giornata Ilari

Il Cesena non si ferma più, e aggancia la vetta. Sul sintetico del "Bonolis" i bianconeri travolgono il malcapitato Teramo centrando la quinta vittoria su sei partite in trasferta. In un match senza storia Teramo-Cesena finisce 0-4 grazie ai gol di Brambilla, l'ex di giornata Ilari e i soliti Bortolussi e Caturano. Neanche il massiccio turnover deciso da Viali fa perdere smalto al Cavalluccio, ancora in vetrina i giovani, l'azione del primo gol è stata confezionata da Berti e Brambilla. Il Cavalluccio sale al primo posto in coabitazione con la Reggiana (24 punti). Gli emiliani hanno però una gara in meno, giocheranno lunedì a Pontedera.

Per affrontare il Teramo, terza partita in una settimana William Viali stravolge il Cesena, sono addirittura 7 i cambi nel massiccio turnover: si accomodano in panchina i vari Mulè, Rigoni, Missiroli e Pierini. Il tecnico vara un 4-4-2 con Nardi, Steffè, Pogliano, Ciofi, Favale, Berti, Brambilla, Ardizzone, Ilari (ex di turno), Caturano, Bortolussi. Il Teramo si presenta con appena 18 convocati le scelte sono quasi obbligate per Cupi, tecnico in seconda, Guidi è squalificato. Davanti occhio al centravanti Bernardotto (ex Avellino), affiancato nel tridente da Di Dio e Malotti.

La cronaca

Al sesto minuto si registra la prima occasione per i bianconeri, (oggi in completo nero), cross di Ilari e colpo di testa di Caturano: palla fuori di poco. Al decimo la prima ammonizione, Bellucci ferma la ripartenza del giovane Berti e si prende il giallo. I primi 20 minuti scorrono via senza grandissime occasioni per le due squadre. Al 23esimo si vede il Teramo con un tiro dalla distanza di Di Dio, Nardi blocca. Nel giro di due minuti il Cesena ha 2 chance clamorose per passare in vantaggio: assist di Steffè e colpo di testa di Bortolussi, Tozzo è miracoloso. Un minuto dopo botta di Caturano dal limite dell'area con il pallone che esce di pochissimo. Al 37esimo si vede il Teramo: bella parata di Nardi che allunga in angolo un tiro dalla lunga distanza di Malotti. Al 38esimo Brambilla porta in vantaggio il Cavalluccio: contropiede orchestrato da Berti che serve il giovane centrocampista figlio d'arte che fredda Tozzo con un tiro rasoterra. Ma passano appena due minuti ed i bianconeri raddoppiano con l'ex di giornata Ilari: uno-due micidiale del Cavalluccio. Gol di destro per il centrocampista ex Teramo. Primo tempo dominato dal Cesena che va al riposo col doppio vantaggio.

Al quarto e al sesto minuto il Cesena potrebbe anche trovare il tris, ma Ardizzone prima e Caturano poi sfiorano solo il gol, Tozzo si oppone sul centravanti bianconero. Monologo bianconero fino al 18esimo quando si fa vedere il Teramo: il tiro di Viero finisce alto. Al 20esimo ci prova anche il figlio d'arte Lombardo, nessun grattacapo per Nardi. Al 24esimo il Cesena ci prova ancora, Caturano non capitalizza un bel cross di Munari dalla destra. Due minuti prima mister Viali aveva deciso un triplo cambio: Missiroli, Munari e Tonin per Ilari, Berti e Brambilla. Al 26esimo Bortolussi cala il tris in una partita letteralmente dominata dagli uomini di Viali. Tiro dai 25 metri del bomber, netta la complicità di Tozzo. Al 34esimo ci prova Malotti da fuori area, tiro respinto dalla difesa ospite. Al 35esimo Pogliano lascia il posto a Gonnelli. Al 40esimo si rivede in campo Yabre al posto di Favale. Al 42esimo sussulto del Teramo con Bernardotto che coglie il palo esterno. C'è tempo anche per il poker di Caturano al 46esimo, colpo di testa vincente su corner di Ardizzone. E' l'ultima emozioni di una partita senza storia: il Cesena batte il Teramo 4-0.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Cesena non si ferma più, bianconeri a valanga a Teramo: segna anche l'ex. Agganciata la vetta

CesenaToday è in caricamento