rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Calcio

Cesena-Grosseto per il riscatto, Viali sulle critiche: "Ci mancano solo i 2 punti con la Lucchese. C'è meno entusiasmo"

Lunga lista di indisponibili, possibile esordio dal primo minuto per l'austriaco Frieser. Il tecnico: "Voglio un Cesena elettrico"

William Viali chiede un Cesena "elettrico, reattivo sulle seconde palle, perchè sarà una partita meno tattica rispetto a Modena, e ci vorrà freschezza, ne terrò conto anche nelle scelte di formazione". I bianconeri dovranno risollevarsi contro il Grosseto, penultimo in classifica con la miseria di 20 punti, peggio ha fatto solo la Pistoiese con 19. Il Cavalluccio sarà di scena domenica al Manuzzi alle 17:30. "Non perdono però da 4 partite - sottolinea il mister bianconero che contestualizza il momento dei toscani  che giocano con un 3-5-2 - vengono da tre pareggi senza reti e una vittoria per 6-1". Questa la scossa data dal nuovo allenatore Maurizi. Quella contro il Grosseto sarà la prima sfida di un vero e proprio tour de force con due partite ogni 3 giorni per due settimane. Con il duo di testa composto da Modena e Reggiana ormai irraggiungibile, il Cesena deve guardarsi le spalle da Entella e Pescara che si trovano a -2.

Potrebbe esserci una chance dal primo minuto per l'austriaco Frieser, per ora in campo solo per scampoli di partite. "E' in ballottaggio per giocare titolare - ammette Viali - ma ripeto che il problema della lingua continua ad essere uno scoglio rispetto al suo inserimento". Domenica gli attaccanti disponibili saranno 4: oltre all'austriaco ci saranno Bortolussi, Caturano e Pierini. Out Pittarello e Tonin, oltre a Mulè, Gonnelli e Favale, convocato Rigoni nonostante un fastidio nella rifinitura, disponibile anche Zecca. Appare scontata la presenza dal primo minuto dei nuovi acquisti Calderoni e Allievi. Per quanto riguarda Maddaloni "stiamo procedendo con cautela considerato che è recidivo, è rientrato in gruppo gradualmente e contiamo che per gli ultimi 2 mesi di campionato possa essere a disposizione. Parliamo di metà marzo, o inizio aprile".

Sui tanti assenti l'allenatore bianconero non cerca alibi: "Non mi piace piangermi addosso, a maggior ragione adesso che abbiamo calato la nostra media punti". Sulla squadra sono piovute un po' di critiche, 1 punto raccolto nelle ultime 2 sfide contro Lucchese e Modena: "Penso che l'unica partita sbagliata sia stata quella con la Lucchese, ci mancano quei 2 punti. Con la Viterbese si rientrava dopo un lungo stop e può capitare un mezzo passo falso, contro il Modena abbiamo fatto la partita che dovevamo fare, con l'Olbia abbiamo fatto molto bene".

"Ma le critiche le accettiamo, come le responsabilità - sottolinea l'allenatore del Cesena - il percorso in questo momento è meno spumeggiante, probabilmente nel girone di andata abbiamo fatto talmente bene da far credere a qualcuno che potevamo giocarcela con le squadre al top". Sul momento di appannamento del gruppo Viali dà due chiavi di lettura: "Non tutti i giocatori possono essere al top della condizione per nove mesi, è evidente che in questo momento qualcuno non lo è". Ma forse è anche un po' scemato l'entusiasmo, paradossalmente, visto l'arrivo degli americani. "Quando siamo andati a Reggio Emilia c'era grande entusiasmo, a Modena ho sentito meno adrenalina, parlo di tutti, compresi noi".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cesena-Grosseto per il riscatto, Viali sulle critiche: "Ci mancano solo i 2 punti con la Lucchese. C'è meno entusiasmo"

CesenaToday è in caricamento