rotate-mobile
Sabato, 9 Dicembre 2023
Calcio

Cesena-Entella, raccolta fondi per l'Ucraina agli ingressi dello stadio: "Obiettivo arrivare a 10mila euro"

Lewis e Aiello: "A quello che sarà stato raccolto ci impegniamo ad aggiungere personalmente un altro cinquanta per cento”

Domenica ci sarà un motivo in più per riempire l’Orogel Stadium Dino Manuzzi in occasione di Cesena-Virtus Entella. Oltre sostenere Caturano e compagni nel big match del girone B di Serie C, tutti i tifosi presenti potranno infatti contribuire a “Un aiuto bianconero per l’Ucraina”, la raccolta fondi in favore delle vittime della guerra che verrà attivata presso tutti gli ingressi dello stadio. Lì saranno presenti i volontari della Caritas di Cesena e Sarsina e della Misericordie Valle del Savio, le due associazioni impegnate da qualche settimana nel prestare accoglienza ad alcuni profughi e nel portare cibo e medicinali di prima necessità nel deposito polacco di Lezajsk da dove oltre duecento tir sono partiti per il vicino confine con l’Ucraina e altri mezzi hanno raggiunto le città di Kiev e Leopoli.

La gara di solidarietà è iniziata in maniera spontanea e casuale a inizio marzo quando Andrea “Andrew” Casadei, uno dei più fedeli tifosi del Cesena nonché responsabile delle case d'accoglienza Caritas Cesena, in Polonia - dove aveva deciso di trascorrere le sue ferie - si è trovato nel mezzo di una improvvisa crisi umanitaria. Da lì è scoccata la decisione di attivarsi per soccorrere la popolazione ucraina in fuga dal suo Paese martoriato dalla guerra. “Maciniamo i chilometri”, le parole che fanno parte di uno dei cori che meglio esemplificano l’attaccamento di una squadra seguita in ogni trasferta, è diventata così la colonna sonora di un altro viaggio che a metà marzo ha visto i volontari delle Misericordie di Sarsina e Valle del Savio percorrere il ponte creato con l’Ucraina e portare soccorso alle popolazioni presenti al confine con la Polonia. E un'altra carovana è pronta a mettersi in moto a fine aprile per consegnare il frutto della gara di solidarietà che nel frattempo si è innescata e che domenica farà tappa anche all’Orogel Stadium. 

“Siamo rimasti profondamente colpiti dalla spontaneità con cui è partito questo sostegno alle vittime di un’assurda guerra - hanno dichiarato i presidenti del Cesena FC, Robert Lewis e John Aiello - e anche dell’encomiabile impegno profuso dai volontari della Caritas di Cesena e Sarsina e della Misericordie Valle del Savio. Abbiamo così deciso di promuovere l’iniziativa sfruttando il momento di aggregazione rappresentato dalla gara di domenica e siamo sicuri che i tifosi del Cesena sapranno dare ancora una volta dimostrazione di grande generosità. Sarebbe bello arrivare almeno a diecimila euro per poter acquistare altro cibo e medicinali: e a quello che sarà stato raccolto ci impegniamo ad aggiungere personalmente un altro cinquanta per cento”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cesena-Entella, raccolta fondi per l'Ucraina agli ingressi dello stadio: "Obiettivo arrivare a 10mila euro"

CesenaToday è in caricamento