rotate-mobile
Calcio

De Rose tutto "campo e famiglia", Bumbu: "Sono un recupera-palloni. La lingua? Mi arrangio con l'inglese"

Continua in casa Cesena una vera e propria carrellata di presentazioni dei nuovi volti di un Cavalluccio letteralmente rivoluzionato nel mercato estivo. E' stata la volta di De Rose e Bumbu

Continua in casa Cesena una vera e propria carrellata di presentazioni dei nuovi volti di un Cavalluccio letteralmente rivoluzionato nel mercato estivo dal lavoro del ds Stefano Stefanelli. Giovedì è stata la volta dell'esperto centrocampista Francesco De Rose, 35enne nato a Cosenza, fedellissimo di Mimmo Toscano, ex capitano del Palermo con cui la scorsa stagione ha conquistato la promozione in cadetteria. Sono 4 i campionati vinti in carriera dal nuovo metronomo bianconero.

"Con Toscano abbiamo un rapporto che va al di là del calcio - ha detto De Rose - un rapporto che dura da anni. Quest'estate mi ha subito contattato ed io ho subito accettato. Purtroppo è stata una trattattiva un po' lunga, ma l'importante è essere qui. Cesena è una società storica e spero di rimanere a lungo. Ringrazierò sempre il Palermo, ma la vita continua, e per me ora c'è il Cesena che vuole tornare nei palcoscenici che merita. Spero di essere un giocatore chiave all'interno della squadra". Per l'esperto De Rose la parola chiave è gruppo: "Ho visto subito un gruppo sano e con entusiasmo, abbiamo cambiato tanto ma dobbiamo partire forte, per vincere i campionati l'elemento più importante è il gruppo, col Palermo eravamo una mina vigante ma siamo riusciti a vincere i playoff, si era creata una magia tra di noi. Come ho ritrovato Toscano? E' uno che non molla di un centimetro e non cambia mai, anche dopo i campionati vinti". Passioni fuori dal campo? "Per me esiste solo il calcio e la famiglia, non ho altre passioni".

Affiancato da una interprete, in lingua francese, si è presentato anche Jonathan Bumbu, l'oggetto più 'misterioso' del mercato estivo del Cesena.  Si tratta di un giovane centrocampista centrale nato in Francia (a Mantes-la-Jolie) classe 1999, al termine della scorsa stagione si era svincolato dal club sloveno del Radomlje, dove aveva collezionato 19 presenze tra campionato di prima divisione e coppa nazionale. In precedenza aveva militato per tre stagioni nella squadra B del Lille, nell’Amiens e nel Boulogne.

"Per me sono stati molto importanti gli anni di formazione al Lille e nell'Amiens - ha spiegato Bumbu - ma in Slovenia ho trovato la possibilità di giocare e di iniziare di fatto la mia carriera calcistica a tutti gli effetti. L'Italia? E' un traguardo per me, a cui aspiravo da tempo, qui ho trovato allenamenti intensi che mi daranno la possibilità di crescere. A spingermi verso il Cesena è stato il progetto molto importante del club, per me è un onore giocare con questa maglia". "Sono un recupera-palloni - si è descritto Bumbu - il mio modello è Ndombele del Napoli. Come comunico con Toscano? Sto facendo di tutto per imparare l'italiano, per il momento mi arrangio con l'inglese".

Agostini: "Saranno protagonisti"

Su De Rose e Bumbu si è soffermato anche Massimo Agostini, responsabile dell'area tecnica: "Saranno due protagonisti, sono due centrocampisti importanti per esperienza e cultura del lavoro. Su De Rose abbiamo avuto la bravura di aspettare il momento giusto. Il mister voleva lui già dall'inizio del mercato, abbiamo dovuto attendere ma siamo riusciti a prenderlo, sono convinto che farà vedere grandi cose. Bumbu all'inizio è stata una scommessa, lo abbiamo visionato e abbiamo ritenuto che potesse essere adatto al gioco del mister. Toscano ha dato l'ok e abbiamo deciso di portarlo a Cesena con una trattativa lampo". Sul fronte mercato il Cesena ha bruciato in extremis la concorrenza dell'Avellino per King Udoh, il possente ex attaccante dell'Olbia è praticamente del Cesena, manca l'ufficialità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

De Rose tutto "campo e famiglia", Bumbu: "Sono un recupera-palloni. La lingua? Mi arrangio con l'inglese"

CesenaToday è in caricamento