rotate-mobile
Mercoledì, 29 Maggio 2024
Calcio

Cesena, per mister e ds manca solo l'annuncio, il Condor: "Rodaggio finito, vogliamo una squadra forte senza sprecare soldi"

Non sono stati fatti annunci ufficiali, ma Il Condor ha fatto il punto della situazione: "Monopoli? E' passata una settimana, dobbiamo farcene una ragione e guardare avanti". Mimmo Toscano sarà il nuovo tecnico

Radiomercato dice che il Cesena ha già sciolto le riserve, Mimmo Toscano sarà il nuovo allenatore del Cavalluccio, mentre Stefano Stefanelli, ex Carpi e Pistoiese è il favorito per il ruolo di direttore sportivo, dopo che le piste che portavano a Meluso e Artico si sono arenate. Dovrebbe ripartire così il Cesena americano dopo la grande delusione dei playoff col Monopoli, si chiuderà l'era di Viali e Zebi. Intanto venerdì mattina davanti ai taccuini si è presentato Massimo Agostini, non c'era il co-presidente Robert Lewis ad affiancare il responsabile dell'area tecnica del club bianconero.

VIDEO : "5 mesi intensi, si è chiuso un ciclo"

Non sono stati fatti annunci ufficiali, ma Il Condor ha fatto il punto della situazione in casa Cesena: "Monopoli? E' passata una settimana, dobbiamo farcene una ragione e guardare avanti. Ci siamo subito messi a lavorare per il futuro, abbiamo esaminato tanti profili sia per il ruolo di direttore sportivo, che per quanto riguarda l'allenatore. Non possiamo ancora fare annunci ufficiali perché entrambi sono ancora sotto contratto, dobbiamo attenerci ai regolamenti". Ma tutti gli indizi portano a Stefanelli come nuovo ds, e a Mimmo Toscano in panchina. Il tecnico calabrese è esperto di promozioni dalla C, conquistate con Ternana, Novara e Reggina, in serie B l'esperienza deludente con l'Avellino.

Il club saluta Zebi

Assicura Agostini sul nuovo allenatore: "Deve avere voglia di vincere e di mettersi in gioco, e deve conoscere la categoria. Tutti siamo al lavoro per costruire una squadra competitiva, ma non vogliamo sperperare denaro. Anche perché sappiamo che spendere tanto non dà la garanzia di vincere". L'impressione è che ci siano i presupposti per puntare su un ds giovane. "Sicuramente ci dovrà essere una simbiosi tra società, direttore sportivo e allenatore. Le scelte dovranno essere condivise".

Sul budget per il mercato Agostini ha passato la palla ai co-presidenti Lewis e Aiello. I bianconeri hanno una dozzina di calciatori sotto contratto, ma il Condor non si sbottona: "Non possiamo dire ora chi resterà, dovranno essere decisioni condivise con il nuovo direttore sportivo e col futuro allenatore. Dobbiamo essere bravi a capire chi vuole venire a Cesena per essere protagonista, e chi perché pensa che ci siano molti soldi". 

"Grandi nomi? Solo se motivati, il nuovo allenatore è uno che fa pedalare tutti, serviranno giocatori con voglia di sudare e mentalità vincente". Il 20 dicembre il Cesena diventava al 60% americano, sono trascorsi esattamente 5 mesi, Agostini può tracciare un primo bilancio non negando le difficoltà: "Siamo entrati in corsa, ora il periodo di rodaggio è finito, abbiamo cercato di dare un supporto senza stravolgere le cose anche perché sia in prima squadra, che nelle giovanili, erano state fatte bene. Sono stati 5 mesi intensi, ma dal primo luglio inizia la prima vera stagione, un ciclo è finito e se ne apre uno nuovo". Agostini ha detto che la campagna abbonamenti partirà presto, e al 99% i bianconeri suderanno per il ritiro ancora ad Acquapartita. 

"Cosa è successo col Monopoli? E' molto difficile capirlo - ha detto Agostini - io dopo la partita di andata stavo pensando già ai quarti di finale, ma non penso che questo sia accaduto anche ai giocatori. In campo si è vista una squadra spenta, sarebbe stato bello regalare un'altra serata importante alla città, magari con 10-12mila spettatori. Da calciatore delusioni come queste ne ho viste tante, per il futuro punteremo su calciatori di personalità". In chiusura un commento sul terzo posto raggiunto dal Cesena: "E' stato sicuramente un piazzamento positivo in base al materiale umano a disposizione a inizio stagione, ma a gennaio eravamo a 3-4 punti da Modena e Reggiana. Chiudere vicini alle prime due avrebbe dato più certezze ed autostima alla squadra nell'affrontare i playoff". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cesena, per mister e ds manca solo l'annuncio, il Condor: "Rodaggio finito, vogliamo una squadra forte senza sprecare soldi"

CesenaToday è in caricamento