rotate-mobile
Calcio

Sampierana, Barontini: "Ci manca la prima punta. Vogliamo migliorare il quinto posto"

"La società è composta da ottime persone anche dal lato umano, competenti, con esperienza di calcio, che hanno ambizioni e ha messo in prospettiva il ritorno in Eccellenza"

In previsione delle due amichevoli contro il Rimini (23 luglio) e il Cesena (27), la Sampierana si ritrova in campo a ridosso dei due appuntamenti per effettuare tre allenamenti in modo tale da un lato di togliersi di dosso un po' di ruggine e così cercare di ridurre i rischi di infortuni e ben figurare contro i blasonati avversari dall’altro. La preparazione vera e propria comincerà l'8 agosto e in vista di quella data il tecnico ha preparato per i suoi giocatori una tabella di allenamenti in vista dell'appuntamento.

Sulla costruzione della squadra, fa il punto mister Federico Barontini: “Sono molto contento perché la rosa è stata in gran parte confermata e sono stati inseriti giocatori di qualità ed esperienza come il portiere Ranieri e il difensore Rossi. Il gruppo degli under vecchi e nuovi formato da Berni, Bardi, Castagnoli, Quercioli, Corzani, Pungelli ed Alessandro Pippi è ben assortito. Ci manca la prima punta, dobbiamo prenderla se troviamo il profilo giusto e che ci faccia fare il salto di qualità, altrimenti restiamo come siamo perché siamo competitivi ugualmente come dimostrato nella seconda parte di stagione chiudendo al quinto posto. Lanzi ha segnato dieci gol, Simone Pippi sette reti ma ha il talento e margini di crescita – è un 1999 - per fare meglio, anche Pungelli può esser più prolifico, dai centrocampisti possono arrivare delle reti. Stiamo con le antenne dritte”.

L'allenatore è di Città di Castello, conosce bene i campionati dilettantistici di Toscana e Umbria, diversi rispetto al girone romagnolo di Promozione: “I paragoni a distanza sono sempre difficili, ho notato che si punta più sulla tecnica che sulla parte agonistica, si cerca di giocare di più a calcio anche da parte di squadre che schierano molti giovani”. Il tecnico traccia poi le ambizioni della sua Sampierana e commenta le avversarie: “Innanzitutto spero che sia una stagione regolare, non ci siano interruzioni, si possa giocare e divertirsi senza pensare ad altro. Sarà un campionato difficile, con numerose squadre con ambizioni a cominciare dalla retrocesse. Il Sant'Ermete, che mi ha colpito per il suo impianto di gioco, con l'arrivo di bomber Pasolini sarà ancora più agguerrito. So che ha cambiato molto e quando riparti da zero o quasi c'è sempre un punto interrogativo. Poi metto il Gambettola e il Cervia, il Torconca ha perso pezzi pregiati ed è da scoprire. Noi vogliamo migliorare il quinto posto: non sarà facile ma siamo determinati a provarci, gli inserimenti ci hanno portato qualcosa in più e la squadra ha margini per crescere. Io sono ambizioso per natura, la società vuole fare meglio per cui la Sampierana ha gli stimoli per competere per il vertice”. Per questo Barontini è rimasto sulla panchina della Sampierana... “Anche se dal punto di vista logistico per me che sono di Città di Castello, la piazza di San Piero in Bagno non è delle più semplici. La società è composta da ottime persone anche dal lato umano, competenti, con esperienza di calcio, che hanno ambizioni e ha messo in prospettiva il ritorno in Eccellenza: per questo sono rimasto qui e con entusiasmo”.

La squadra di San Piero in Bagno avrà attitudine offensiva, garantisce Barontini: “Siamo una squadra propositiva, mia intenzione è schierare il tridente, ma non è un dogma. L'anno scorso ci siamo schierati anche con il 4-2-3-1. Vedremo cammin facendo”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sampierana, Barontini: "Ci manca la prima punta. Vogliamo migliorare il quinto posto"

CesenaToday è in caricamento