rotate-mobile
Calcio

Il Cesena passeggia al Del Conero, tre schiaffi all'Ancona: Pierini regala un'altra perla

Ciofi, Candela e Pierini affondano l'Ancona-Matelica. Al Del Conero arriva una convincente vittoria scaccia-critiche, torna il Cesena formato trasferta

Ciofi, Candela e Pierini affondano l'Ancona-Matelica. Al Del Conero arriva una convincente vittoria scaccia-critiche, torna il Cesena formato trasferta che batte 3-0 a domicilio i marchigiani in uno scontro diretto per i piani alti della classifica. I bianconeri si riprendono il terzo posto in solitaria con 48 punti aspettando Pescara-Virtus Entella, posticipo in programma giovedì. Partita dominata dagli uomini di Viali, arrivati nelle Marche un po' incerottati con una lunga lista di assenze, ma capaci di ridimensionare la squadra di Colavitto. Sfatato il tabù di Ancona dove il Cesena non aveva mai vinto in campionato.

Si dimette un altro dirigente

Davanti ai circa 3mila dello stadio del Conero (un centinaio da Cesena) Viali conta le assenze, forfait last minute anche di Zecca e Allievi che si aggiungono a Favale, Gonnelli, Maddaloni, Mulè, Pittarello e Tonin. Il tecnico bianconero parte col tridente Caturano, Pierini e Bortolussi, a centrocampo Brambilla, Ardizzone e Steffè, davanti a Nardi pacchetto difensivo con Candela, Ciofi, Pogliano e Calderoni. Macchina da gol l'Ancona di Colavitto, solo Modena e Reggiana hanno segnato di più. Occhi puntati sul tridente Sereni, Moretti, Rolfini. In tribuna applausi per il Condor Massimo Agostini, l'attuale dirigente del Cesena ha giocato e segnato con la maglia dell'Ancona dal 1992 al 1994 totalizzando 67 presenze e 30 gol.

Nel primo quarto d'ora i dorici collezionano quattro calci d'angolo, più attendista il Cavalluccio che rischia poco o nulla. Al 20esimo la chance è dei bianconeri: Pierini serve Candela anticipato in maniera provvidenziale da Delcarro. I bianconeri crescono con il passare dei minuti, al 25esimo cross di Steffè e colpo di testa di Bortolussi, la palla sbatte sulla traversa della porta difesa da Avella. Il Cavalluccio esce alla distanza dopo un primo predominio territoriale dei dorici. Alla mezzora infatti gli uomini di Viali passano in vantaggio, assist di Ciccio Ardizzone e Ciofi in scivolata insacca, l'azione era partita da un corner di Calderoni. Tre minuti più tardi Pierini sfiora addirittura il raddoppio, botta respinta dal portiere dell'Ancona. Al 40esimo girata di Caturano neutralizzata da Avella. Dopo due minuti di recupero si va al riposo con i bianconeri in vantaggio, non prima di un brivido finale, Rolfini a due passi da Nardi non trova il pallone.

Pronti, via e i bianconeri raddoppiano grazie a Candela. Al secondo minuto della ripresa cross di Ardizzone e diagonale vincente dell'esterno del Cesena che mette una seria ipoteca sulla partita. Al quinto Pierini vicino al terzo gol bianconero, il suo sinistro fa la barba al palo. Al 12esimo Pogliano rischia il cartellino rosso per un fallo su Moretti. Dentro Missiroli e Ilari per Ardizzone e Caturano, questi i cambi decisi da mister Viali al 21esimo minuto. Al 27esimo dentro Rigoni e fuori Brambilla. Al 31esimo una perla di Pierini mette la parola fine al match dello stadio del Conero. Scoccato un destro a girare dal vertice sinistro dell'area che sfrutta un assist di Missiroli. E' il nono sigillo stagionale per il numero 10, in stato di grazia. Partita in ghiacciaia e c'è posto anche per Frieser e Lepri al posto di Pierini e Pogliano. Dopo 3 minuti di recupero i bianconeri possono festeggiare la meritata vittoria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Cesena passeggia al Del Conero, tre schiaffi all'Ancona: Pierini regala un'altra perla

CesenaToday è in caricamento