rotate-mobile
Sport

Serie A, il Cesena spende solo il 10% di quanto spende e spande la Juve. Ecco gli ingaggi

Una gestione parsimoniosa del mercato, per non trovarsi con i conti societari squilibrati e magari le difficoltà a pagare gli stipendi a metà campionato: la direttiva di Giorgio Lugaresi, patron del Cesena Calcio, è stata scrupolosamente rispettata e anche i numeri lo evidenziano

Una gestione parsimoniosa del mercato, per non trovarsi con i conti societari squilibrati e magari le difficoltà a pagare gli stipendi a metà campionato: la direttiva di Giorgio Lugaresi, patron del Cesena Calcio, è stata scrupolosamente rispettata e anche i numeri lo evidenziano. La Gazzetta dello Sport ha stilato una speciale classifica del monte ingaggi in serie A e i numeri dimostrano la differenza di “capacità economiche” tra i diversi club.

Se la classifica dovesse essere quella del campionato, allora la Juventus vince lo scudetto e il Cesena retrocede, ma al portafoglio ci sono altri fattori: la conduzione tecnica della squadra, la forza di volontà e il cuore. Questi tre fattori potrebbero ribaltare il verdetto degli ingaggi. Tante volte a campagne acquisti pazze non ha fatto riscontro un brillante risultato in campionato. E viceversa. Ecco la classifica della Gazzetta dello Sport di alcuni  giorni fa sul monte-ingaggi, alla chiusura del calciomercato di inizio stagione:

Juventus - 118 milioni; Roma – 98 milioni; Milan - 94 milioni; Inter – 70 milioni; Napoli – 70 milioni; Fiorentina – 56 milioni; Lazio – 55,1 milioni; Palermo – 30 milioni; Sampdoria – 28 milioni; Sassuolo – 28 milioni; Genoa - 27,4 milioni; Torino – 27 milioni; Udinese – 26 milioni; Atalanta – 24 milioni; Parma - 20,5 milioni; Verona – 20,5; Chievo – 18,3 milioni; Cagliari – 16 milioni; Cesena - 11,2 milioni; Empoli - 11 milioni.

Come si vede, se si escludono i ‘big’, per una media squadra di serie A servono 20-30 milioni per garantirsi una rosa competitiva. Il Cesena se l’è cavata con la metà, vale a dire 11,2 milioni, come l’Empoli. Marilungo è il giocatore più pagato (400mila euro), seguiti dai 350mila euro di Carbonero, Cascione, Capelli e Lucchini. Infine mister Bisoli si porta a casa 400mila euro, penultimo della classifica degli ingaggi degli allenatori di serie A.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie A, il Cesena spende solo il 10% di quanto spende e spande la Juve. Ecco gli ingaggi

CesenaToday è in caricamento