rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Sport

Melchiorri fa il diavolo a quattro: il Cesena rimedia un sonoro ko a Cagliari

Massimo Drago, tra assenze per infortuni e nazionali, ha rivoluzionato l'11 bianconero, inserendo dal primo minuto Moncini in attacco

Trasferta sarda amara per il Cesena di Massimo Drago. Tra assenze e infortuni, i bianconeri si sono presentati al Sant'Elia con una formazione rimaneggiata, rimediando un sonoro ko. Merito anche di un ottimo Cagliari, con Farias e Melchiorri migliori in campo. I padroni di casa hanno trovato il vantaggio dopo una prima parte di match equilibrata e senza emozioni, con errori da ambo le parti. Nella ripresa girandola di gol, con il Cesena che ha tentato di riaprire il match con un'illusoria punizione di Magnusson.

PRIMO TEMPO - Drago ha rivoluzionato l'11 bianconero, inserendo dal primo minuto Moncini in attacco. Rastelli ha optato per un modulo a due punto con Melchiorri e Sau in attacco e Farias in veste di trequartista. Il primo lampo è stato del Cesena con Ragusa, con un bolide dalla distanza ben neutralizzato da Storari. Risposta dei padroni di casa con Joao Pedro, con la reclusione del centrocampista che si è spento ben oltre la traversa.  Bianconeri pericolosi al 13' su un'iniziativa di Ciano, ma il traversone dalla sinistra per Ragusa è stato deviato in angolo da Pisacane. Fase centrale del match abbastanza confusa, con molti errori da ambo le parti e combattuta prevalentemente a centrocampo. Al 38' è arrivato il vantaggio del Cagliari con una conclusione di Farias sporcata da Magnusson, che ha di fatto colto di sorpresa Gomis. Finale di match con i locali alla ricerca del raddoppio, ma senza metter particolari pressione alla retroguardia del Cavalluccio. 

SECONDO TEMPO - Ad inizio ripresa mister Drago si è giocato Sensi per De Col nella speranza di portare più equilibrio nella manovra bianconera. Al 48' una bellissima rete di Ragusa, con la sfera calciata al volo e finita sotto il sette, è stata annullata per la posizione di fuorigioco dell'attaccante. Al 57' Cagliari pericoloso con l'imprendibile Farias, con capitan Capelli abile a stoppare l'iniziativa. Al 62' padroni di casa vicinissimi al raddoppio con Melchiorri con un destro potente di poco alto. Un giro di lancette più tardi il Cagliari ha allungato le distanze con Sau, che ha appoggiato in rete un assist al bacio fornito dal solito devastante Melchiorri. Drago, per nulla contento dei suoi, ha gettato nella mischia Succi per Moncini. Il neo entrato, ben servito da Sensi si è reso subito pericoloso che da posizione defilata ha tentato la conclusione a rete, con Ragusa libero sul secondo palo.

Al 71' Magnusson ha riacceso le speranze bianconere con una bellissima e potente punizione dalla trequarti, che si è infilata sotto il sette. Ma a spegnere gli entusiasmi ci ha pensato una devastante azione di Melchiorri, capitalizzata con una botta imparabile per Gomis. Nel finale occasioni per Succi e Deiola (entrato nella ripresa per Fossati), ma senza precisione. Il Cesena ha tentato di riaprire la partita, approfittando anche del calo fisico dei rossoblu, ma il muro alzato dalla difesa schierata da Capuano non ha lasciato spazi agli attaccanti bianconeri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Melchiorri fa il diavolo a quattro: il Cesena rimedia un sonoro ko a Cagliari

CesenaToday è in caricamento