rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Sport

Cacia si conferma "bestia nera" dell'Avellino, Castori: "L'importante era non perdere"

Il Cesena ha agguanto il pari in pieno recupero grazie ad una rete della "bestia nera" degli irpini, Daniele Cacia, subentrato nella ripresa

"E’ stata una partita combattuta, non bellissima". Inizia così l'analisi di mister Fabrizio Castori nel post gara contro l'Avellino. Il Cesena ha agguanto il pari in pieno recupero grazie ad una rete della "bestia nera" degli irpini, Daniele Cacia, subentrato nella ripresa. "Non ero a conoscenza di quest’aspetto - afferma Castori -. Ho deciso di far entrare Daniele perché con il passare dei minuti ero convinto che si sarebbero aperti degli spazi e lui è uno di quegli attaccanti che vede la porta come pochi".

"Se non ci fosse stato quell’episodio al novantesimo, a cui i miei ragazzi hanno risposto rimettendo il punteggio sul pari, sarebbe stata una partita da 0 a 0 - è l'opinione di Castori, che ricorda anche il palo colpito dai padroni di casa con Ardemagni nel primo tempo -. Probabilmente il fattore vento ha condizionato la qualità del gioco". L'allenatore si è detto contento per il punto conquistato: "Per noi era importante muovere la classifica e soprattutto non perdere qui, essendo uno scontro diretto a tutti gli effetti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cacia si conferma "bestia nera" dell'Avellino, Castori: "L'importante era non perdere"

CesenaToday è in caricamento