menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La stagione del Budokan si chiude con un oro e due bronzi al Meeting Europeo

La manifestazione organizzata dalla Fikta, giunta alla ottava edizione, ha visto sfilare sui 6 tatami del Pala Hilton di Ferrara 900 atleti, maschi e femmine, di età compresa tra i 10 e 16 anni provenienti da tutta Italia ma anche da diverse nazioni Europee

Si conclude positivamente la stagione sportiva per il gruppo preagonisti del Budokan San Mauro con tre splendidi podi al Campionato Europeo giovanile “Meeting Europeo dei Ragazzi” che si è svolto a Ferrara domenica. La manifestazione organizzata dalla Fikta, giunta alla ottava edizione, ha visto sfilare sui 6 tatami del Pala Hilton di Ferrara 900 atleti, maschi e femmine, di età compresa tra i 10 e 16 anni provenienti da tutta Italia ma anche da diverse nazioni Europee.

Dopo una partenza negativa con le prime prove a squadre della mattina i risultati arrivano con le prove individual. E’ Ludovica Marrella a regalare il primo podio al Budokan con una medaglia di bronzo nella categoria cinture blu fascia A. Poco dopo sono i più grandi a salire sul tatami e nella categoria cintura blu fascia C è il turno di Ilaria Poggioli e Alessandra Marrella a lottare per il podio nella stessa poule. Sarà Ilaria a raggiungere il gradino più alto del podio con uno splendido oro europeo mentre Alessandra conquista un meritatissimo bronzo.

Sfugge per un pelo il sogno di salire sul podio per Lorenzo Castellani cintura marrone ed Elisa Brigliadori cintura verde che dopo una serie di vittorie consecutive si fermano nelle fasi finali delle eliminatorie contro avversari molto più forti. Buone anche le prove di Matteo Berardi, Nicola Campedelli, Elena Casadei, Elisa Mancini, Nicolò Migliorini, Lorenzo e Chiara Figliuzzi. Si conferma quindi il primato femminile per la squadra del Budokan dopo i due argenti conquistati nella scorsa edizione dalla stessa Ilaria Poggioli con la compagna Vera Guida.

"Per i nostri atleti più giovani questa era l’ultima gara della stagione sportiva - commentano i maestri Silenzi e Arcangeli -. La motivazione e la preparazione raggiunta dopo un anno di intenso lavoro e con il prezioso sostegno dell’amico Claudio Campedelli hanno dato i loro frutti. Non solo la tecnica ma anche lo spirito di sacrificio e l’affiatamento del gruppo sono migliorati, saranno questi valori le armi vincenti dei nostri ragazzi nelle prossime gare e nella vita.”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Una ricetta romagnola semplice e genuina: la spoja lorda

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento