rotate-mobile
Basket

Serie B: I Tigers non sbagliano, battuta Giulianova al Carisport

Netta vittoria per Cesena che si riscatta dopo la sconfitta nel derby con Faenza

Bastano un Moretti in versione deluxe, 31 punti a referto con 8/13 da 3, e la doppia doppia di Fabio Bugatti da 12 punti e 16 rimbalzi, condita da 6 assist, perché i Tigers diano seguito al pronostico contro Giulianova. Presentati alla vigilia come in disarmo, causa cessioni eccellenti nelle settimane precedenti, gli abruzzesi si presentano al Carisport di fatto in 5, farciti di giovanissimi. Buscaroli sfiora i 40 minuti; poco sopra i 30 minuti invece Milani, Pierucci e Bischetti; metà partita a testa per Scarpone e Caverni.

Agli ospiti indubbiamente va ceduto l’onore delle armi. È infatti grazie alla loro sfacciataggine, unita ad un avvio forse un po’ troppo sornione di Cesena, che la partita, pur mai in discussione, non sia comunque mai stata con decisione indirizzata fin dall’inizio. Pierucci e Milani si dividono un tempo a testa, un po’ come Moretti e Bugatti. Con la grossa differenza che a fare da sfondo alla prestazione delle due punte di diamante romagnole, ci sono i 7 assist e i 13 rimbalzi di Giulio Mascherpa, autore di 7 punti. Il punteggio, così, prende a dilatarsi lentamente ma inesorabilmente solamente nel secondo tempo, raggiungendo la prima volta il massimo vantaggio al 39’ con il decimo punto di Nwokoye, per ritrovarlo nell’87-67 finale segnato dal giovanissimo Tommaso Giorgini, al suo primo canestro in Serie B. Dopo la sirena festeggiamenti in campo insieme ai ragazzi dell’associazione Quelli di Sempre, attiva nell’inserimento di adolescenti affetti da disabilità lievi, quindi non motorie, in contesti sociali inclusivi di sport e tempo libero.

Punti preziosissimi dunque per i Tigers, in ragione anche dei risultati giunti dagli altri campi, certo non scevri da sorprese. Se infatti nel gruppo delle dirette inseguitrici, a quota 20, lo scontro diretto fra Teramo e Faenza premia, come preventivabile, i manfredi, fa sicuramente notizia la vittoria in terra dorica della LUISS Roma, che tiene i capitolini attaccati a Cesena anche se lo scontro diretto parla nettamente il dialetto romagnolo. Più in su, anche se non è ancora tempo per guardarci, Ozzano sprinta fermando Senigallia mentre Imola segna il passo al Flaminio di Rimini, formando così un terzetto a 28 punti, 6 in più di Cesena, nel quale l’unica squadra eventualmente raggiungibile sarebbe Senigallia, meta della prossima trasferta di Mascherpa e compagni, fra sette giorni.

Tigers Cesena - Giulia Basket Giulianova 87-67 (23-19, 22-19, 20-18, 22-11)

Tigers Cesena: Gioele Moretti 31 (3/3, 8/13), Simon Anumba 12 (6/13, 0/0), Fabio Bugatti 12 (6/13, 0/3), Obinna Nwokoye 10 (4/8, 0/0), Giulio Mascherpa 7 (1/6, 0/3), Rene’ maurice Ndour 7 (3/6, 0/0), Ezio Gallizzi 6 (0/1, 2/5), Tommaso Giorgini 2 (1/1, 0/2), Antonio Brighi 0 (0/0, 0/2), Vladan Arnaut 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 9 / 13 - Rimbalzi: 58 19 + 39 (Fabio Bugatti 16) - Assist: 22 (Giulio Mascherpa 7)

Giulia Basket Giulianova: Gianluca Pierucci 17 (6/7, 1/7), Tommaso Milani 17 (4/6, 3/6), Michele Caverni 12 (3/9, 2/7), Stefano Scarpone 9 (2/2, 1/2), Francesco Buscaroli 6 (2/11, 0/4), Federico Bischetti 6 (1/6, 0/3), Fabio Scarpone 0 (0/0, 0/0), Giovanni Giansante 0 (0/0, 0/0), Matteo Motta 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 10 / 13 - Rimbalzi: 26 2 + 24 (Francesco Buscaroli 10) - Assist: 13 (Michele Caverni 6)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Serie B: I Tigers non sbagliano, battuta Giulianova al Carisport

CesenaToday è in caricamento