Basket

I Tigers guidano il match per 35 minuti, poi lasciano il campo a Roseto: ko al Carisport

Al Carisport sconfitta interna per i Tigers

Sconfitta interna per i Tigers Cesena che lasciano due punti per strada dopo aver guidato il match per 35 minuti. Quando però gli abruzzesi mettono il muso avanti, per i Tigers non c’è più nulla da fare. Liofilchem Roseto porta a casa una vittoria importante.

Primo tempo come da piano partita per la formazione di coach Davide Tassinari, che parte pagando subito pegno a rimbalzo con tre tentativi nella sola prima azione offensiva di Roseto, ma che poi trova gli equilibri giusti ed imbriglia l’attacco abruzzese in una morsa senza respiro. Il punteggio viaggia di fatto su un differenziale di 7 punti a favore dei Tigers che peraltro, al termine di un primo tempo nel quale concedono appena 26 punti agli avversari, si trovano in vantaggio anche a rimbalzo, 19-14. Male Roseto dall’arco con un eloquente 0/9 da 3, contro un non eccelso ma sufficiente 36% di Cesena brava a pescare dall’arco i canestri giusti nei momenti giusti per rispondere immediatamente ai tentativi di reazione avversari.

L’attesa reazione di Roseto, nel secondo tempo, porta il nome di Valerio Amoroso. Il gioco in attacco degli ospiti diventa di fatto monotematico e il lavoro in post basso del numero 33 abruzzese prende a pagare dividendi a coach Quaglia. Amoroso è un rebus irrisolvibile. Così, lentamente ma inesorabilmente, nonostante qualche timido tentativo romagnolo, gli ospiti cominciano a rosicchiare terreno ai Tigers. Il 17-19 di terzo quarto sposta di fatto l’inerzia del match e, a 3’29’’, dopo diversi errori in attacco da parte dei bianconeri, Ruggiero stampa la tripla del primo sorpasso rosetano che fissa sul tabellone del Carisport il 58-60. Cesena inizia ad essere in affanno e a perdersi in troppe soluzioni personali, di fronte ad una difesa avversaria vigorosa. Qualche rotazione svagata in difesa e qualche errore di troppo ai liberi da parte dei Tigers segnano di fatto la fine del match.

Ora per Cesena testa a Rieti, altra corazzata del campionato, in un calendario davvero impegnativo per Mascherpa e compagni.

Tigers Cesena - Liofilchem Roseto 64-73 (15-8, 18-18, 17-19, 14-28)

Tigers Cesena: Salvatore Genovese 13 (4/5, 1/6), Ezio Gallizzi 13 (1/5, 2/5), Fabio Bugatti 11 (5/6, 0/0), Giulio Mascherpa 8 (2/7, 1/5), Obinna Nwokoye 8 (4/7, 0/0), Antonio Brighi 7 (1/1, 1/2), Simon Anumba 3 (0/1, 1/2), Rene’ maurice Ndour 1 (0/2, 0/0), Gioele Moretti 0 (0/1, 0/0), Vladan Arnaut 0 (0/0, 0/0) Tiri liberi: 12 / 20 - Rimbalzi: 27 7 + 20 (Simon Anumba 5) - Assist: 11 (Giulio Mascherpa 5)

Liofilchem Roseto: Valerio Amoroso 17 (7/9, 0/3), Aleksa Nikolic 15 (7/10, 0/1), Antonio Ruggiero 13 (3/5, 2/4), Andrea Pastore 10 (4/7, 0/2), Alberto Serafini 7 (3/3, 0/0), Mirco Turel 6 (1/2, 1/4), Edoardo Di emidio 5 (0/2, 1/3), Alfonso Zampogna 0 (0/3, 0/2), Riccardo Bassi 0 (0/0, 0/0), Nikola Mraovic 0 (0/0, 0/0), Niccolò Gaeta 0 (0/0, 0/0) Tiri liberi: 11 / 13 - Rimbalzi: 29 7 + 22 (Valerio Amoroso 9) - Assist: 11 (Valerio Amoroso 4)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I Tigers guidano il match per 35 minuti, poi lasciano il campo a Roseto: ko al Carisport
CesenaToday è in caricamento