rotate-mobile
Basket

Basket serie D, il Cesena domina contro Sant'Agata. Ospiti tenuti sotto i 50 punti segnati

Anche questa volta finisce con un cappotto ingeneroso verso gli uomini di Dal Pozzo, che pur privi di Scaccabarozzi e Bessan, vengono tramortiti dalla fuga iniziale

La storia si ripete e sembra diventare certezza: Cesena è decisamente indigesta a Sant’Agata, qualunque sia l’oggettiva potenzialità dei protagonisti o la contingente posizione in classifica, che si giochi al Palaippo o nel ravennate dove purtroppo la sede di casa non è sempre praticabile. Anche questa volta finisce con un cappotto ingeneroso verso gli uomini di Dal Pozzo, che pur privi di Scaccabarozzi e Bessan,  vengono tramortiti dalla fuga iniziale dei padroni di casa e arrivano al traguardo fuori tempo massimo, incapaci di arginare l’insospettabile produzione offensiva di Cesena e di superarne l’arcigna difesa capace di tenerla sotto i 50 punti.

Coach Solfrizzi parte con l’idea di alzare la fisicità del suo quintetto inserendo Sanzani come ala forte al fianco di Balestri, mossa che soffoca il temutissimo Montaguti, mentre l’attacco cesenate sembra un orologio svizzero: Rossi è caldissimo e guida la fuga dei suoi che con la tripla del 17 a 9 di Ricci diventa già piuttosto pericolosa. Il temuto e purtroppo consueto calo mentale del secondo quarto è solo un ricordo per Cesena che continua a spingere sui pedali facendo un vuoto alle sue spalle che cresce progressivamente e che Sant’Agata non sarà più in grado nemmeno di limitare. Arrivano canestri pesanti da protagonisti anche inattesi mentre dentro l’area Balestri e Sanzani fanno la voce grossa lasciando solo qualche briciola innocua agli spaesati avversari. Il quarto va in archivio con la tripla di Capucci che certifica il distacco oltre la barriera dei 20 punti, ma c’è ancora da giocare mezza partita.

La reazione degli ospiti si esaurisce dopo i primi minuti del terzo quarto con coach Dal Pozzo che tenta la carta della difesa a zona e ottiene un parziale di 5 a 0, subito cancellato da un’onda d’urto travolgente propiziata da tre triple consecutive (due di Piazza una di Balestri) che non lasciano più speranze di rimonta. Il gap rimane molto ampio e continua a crescere: Cesena sfoggia un superlativo Ricci e un collettivo mai così affiatato in uno stato di grazia impensabile solo una settimana prima nell’inopinata debacle di Russi. L’ultimo quarto è una pura formalità per Cesena e una lunga agonia per Sant’Agata ormai alle corde e tramortita, mentre il Palaippo saluta con entusiasmo l’ultima gara ufficiale del 2022 forse mai così esaltante e prodiga per i suoi colori.

CESENA BASKET 2005  - SELENE S.AGATA 81 - 49  (17 - 9, 43 - 22, 66 - 41)

CESENA BASKET 2005: Rossi 15, Piazza Cristian 17, Dalmonte, Panzavolta 2, Ricci 14, Pezzi 2, Sanzani 6, Sangiorgi 2, Capucci 3, Balestri 13. All. Solfrizzi Emiliano.

SELENE S.AGATA SUL SANTERNO: Dovganyk 2, Montaguti 7, Valgimigli 3, Mondini 4, Cristofani 15, Piazza Gian Marco 3, Gaspari 2, Dal Pozzo 2, Morigi 3, Gentili, Vecchi 4. All.Dal Pozzo Daniele.
Arbitri: Medici di Cesena e Rusticali di Forlì

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Basket serie D, il Cesena domina contro Sant'Agata. Ospiti tenuti sotto i 50 punti segnati

CesenaToday è in caricamento