rotate-mobile
Basket

Playout Serie B: Missione compiuta per i Tigers che vincono gara 4 e conquistano la salvezza

Bella prova di squadra per Cesena che sbanca ancora la Bombonera e conquista la salvezza chiudendo definitivamente questa tribolata stagione

Missione compiuta per i Tigers Cesena. I ragazzi di coach Patrizio sbancano per la seconda volta la Bombonera di Montegranaro e chiudono la serie sul 3 a 1 conquistando la salvezza. È il sorriso dei ragazzi guidati da coach Patrizio il premio più bello per lo staff tecnico e organizzativo, che per tutta la stagione ha seguito le tigri sui parquet della Serie B Old Wild West. La tensione, che ha attanagliato mente e gambe per un bel tratto di campionato, si soglie a 25’’ dalla sirena, quando la tripla di Re termina nelle mani di capitan Mascherpa ed il palleggio viene pompato esclusivamente per attendere il dolce suono della sirena, fra gli applausi dei tifosi cesenati giunti nella afosissima Bombonera.

Il 65-78 sul tabellone dell’impianto marchigiano si porta via con sé una stagione lottata e sudata per un obiettivo sportivo non pronosticato ad inizio stagione, ma affrontato con grande consapevolezza e, se vogliamo, anche un pizzico di fortuna, date le condizioni fisiche degli avversari. Fortuna verso la quale comunque i romagnoli potevano vantare dei crediti rispetto alla stagione regolare. Crediti riscossi in una serie iniziata con il piede sbagliato, ma poi affrontata con la determinazione di chi sapeva che gara 1 sarebbe stato solamente un episodio. Determinante, per la serie, l’ultimo quarto di Gara 2, ultimo match stagionale disputato al Carisport, che ha segnato la rottura definitiva di un equilibrio che per i primi 7 quarti aveva caratterizzato lo scontro fra romagnoli e calzaturieri. La netta vittoria di Mascherpa e compagni in Gara 3 ha quindi di fatto soffocato ogni velleità veregrense, con la Sutor che ha provato a dare gli ultimi ma vani colpi di reni in avvio di Gara 4 ed infine nel terzo quarto, dovendo però ineluttabilmente arrendersi di fronte alla determinazione dei Tigers, guidati da un Fabio Bugatti in grande spolvero.

Per gli amanti della cronaca, l’ultimo atto della serie salvezza fra Cesena e Montegranaro si apre con la sorpresa Korsunov in casa Sutor. L’esterno estone lungodegente viene lanciato nella mischia da coach Cagnazzo senza troppe velleità, al solo scopo di allungare le asfittiche rotazioni marchigiane, con i padroni di casa che comunque partono con il piede giusto prendendosi dalla palla a due vantaggio ed inerzia. A 2’49’’ dalla fine primo tempo, però, il match cambia padrone ed è, come in gara 3, Antonio Brighi a spostare l’equilibrio in uscita dalla panchina, con 5 punti che mandano le squadre al time out sul 28-39, massimo vantaggio Cesena. Panchina dalla quale incide, nel secondo quarto, il sopra citato Fabio Bugatti, con 10 punti che lasciano il segno sul 12-22 dei secondi 10 minuti di gioco, con le squadre che vanno al riposo lungo sul 32-45.

Cesena parte male nel terzo quarto e quando Montegranaro inizia a non perdonare più gli errori in attacco dei romagnoli, i padroni di casa si fanno pericolosamente sotto. A 2’35’’ dalla fine del terzo quarto, due triple di Gallipò consigliano coach Patrizio al time out sul 45-53, con i bianconeri in emergenza falli sui lunghi. Al rientro in campo la difesa gialloblu oscura la via del canestro ai Tigers che lottano però a rimbalzo mandando Bugatti in lunetta. L’esterno non sbaglia e Cesena respira. Del solito Brighi la tripla del 47-58 e sempre del 24 bianconero i liberi del 49 – 60 in risposta al canestro di Crespi. Chiude il quarto il libero di Re per il -10 Sutor.

In avvio di ultima frazione sono 2 punti di Bugatti e 4 di Mascherpa a tenere a bada i padroni di casa e, quando Cesena manda la Sutor oltre i 24’’ sul 53-66 e Anumba assiste Bugatti per 53-68, i bianconeri sembrano prendere il largo. Korsunov però centra il bersaglio grosso, ma Bugatti è sempre in agguato e, a 4’46’’ dal gong, in contropiede scrive il + 14, prima di recupere palla e scorrazzare a campo aperto, ritoccando il punteggio sul 56-72 a 4’32’’. Appena 32’’ dopo il ciclone Bugatti conclude la sfuriata e colpisce dall’arco scrivendo il tombale 56-75 che indirizza la conclusione del match.

Sutor Montegranaro - Tigers Cesena 65-78 (20-23, 12-22, 18-15, 15-18)

Sutor Montegranaro: Riccardo Crespi 24 (7/13, 0/0), Marco antonio Re 13 (0/1, 4/7), Giorgio Galipò 11 (2/4, 2/9), Dario Masciarelli 10 (3/8, 0/5), Kirill Korsunov 4 (0/0, 1/5), Giuseppe Angellotti 3 (0/0, 1/5), Alessandro Alberti 0 (0/0, 0/1), Leonardo Verdecchia 0 (0/0, 0/0), Fabio Montanari 0 (0/0, 0/0), Alessio Mariani 0 (0/0, 0/0), Alessio Ambrogi 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 17 / 22 - Rimbalzi: 33 8 + 25 (Riccardo Crespi 15) - Assist: 9 (Giorgio Galipò 4)

Tigers Cesena: Fabio Bugatti 25 (8/9, 1/2), Ezio Gallizzi 14 (2/6, 2/8), Giulio Mascherpa 13 (3/8, 1/4), Simon Anumba 11 (3/8, 1/3), Antonio Brighi 10 (1/1, 2/3), Gioele Moretti 3 (0/1, 1/4), Rene’ maurice Ndour 2 (1/1, 0/0), Obinna Nwokoye 0 (0/4, 0/0), Tommaso Giorgini 0 (0/0, 0/0), Lorenzo Bertini 0 (0/0, 0/0), Vladan Arnaut 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 18 / 20 - Rimbalzi: 35 9 + 26 (Simon Anumba 11) - Assist: 11 (Ezio Gallizzi 5)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Playout Serie B: Missione compiuta per i Tigers che vincono gara 4 e conquistano la salvezza

CesenaToday è in caricamento