Atletica, è serie A: le cesenati dell'Endas raggiungono la promozione

Quel che contava comunque era un piazzamento fra le prime quattro per ottenere la promozione in serie A e l’obiettivo è stato raggiunto appieno

Dopo due giornate di emozioni intense le cesenati impegnate con il team della Self Montanari&Gruzza hanno centrato l’obiettivo della
vigilia: la promozione in Serie A bronzo per il 2019. Ad aprire la competizione è stato l’ottimo secondo posto di Giada Ceccarelli che, nonostante le condizioni di forma ancora precarie dopo il recente infortunio, ha fatto atterrare il suo martello a 44,56 metri, a meno di un metro dal primato personale. Altrettanto buona la prova di Valentina Morigi che pochi minuti dopo ha messo al collo l’argento del triplo con un balzo di 11,87, la sua seconda miglior prestazione dell’anno.

Spettacolare anche il quarto posto della staffetta 4X100 composta dalle cesenati Lucia Fiumana, Greta Moroni, Anna Medri e dalla reggiana Sara Grossi che in 49.37 è andata a un passo dal podio e ha permesso al club emiliano di chiudere al primo posto la prima giornata. Nella mattinata di domenica è stata la discobola Chiara Dusi la prima cesenate a entrare in pedana facendo segnare un miglior lancio di 33,03 che l’ha messa al sesto posto del ranking. Meno buona rispetto al giorno prima la prova nel salto in lungo della Morigi che si è fermata a 5,05, a un passo dalla finale.

Esaltante invece la gara della debuttante Melania Tizzi sui 5000. Dopo l’ottavo posto sui 1500 della prima giornata la cesenate ha dato il meglio di sé sulla distanza più lunga conducendo una gara tatticamente ineccepibile e inaspettata da un’atleta all’esordio sulla distanza. Per lei la medaglia di bronzo è arrivata grazie a un crono finale di 19.42.96. La lotta per la vittoria nella gara a squadre è andata avanti punto a punto fino alla 4X400 di cui faceva parte anche la veterana della squadra Cristina Sanulli che ha deciso le graduatorie. In agrodolce il responso finale: vittoria alle pisane dell’Atletica Cascina, secondo gradino per il Team Treviso e bronzo per ceduto al Cus Pisa, nonostante l’identico punteggio, a causa dei migliori piazzamenti delle toscane.

Ciò che contava comunque era un piazzamento fra le prime quattro per ottenere la promozione in serie A e l’obiettivo è stato raggiunto appieno. “Un Campionato di Società è una gara molto difficile - ha commentato la dirigente endassina Barbara Valdifiori – la vittoria era alla nostra portata, ma l’importante era ottenere la promozione che è arrivata. Siamo molto felici per questo risultato, ma ogni volta che partecipiamo a queste competizioni ci rimane un po’ di amaro in bocca. Buona parte della squadra che ha ottenuto questo risultato eccezionale era composta da atlete provenienti dal nostro vivaio che siamo costretti a cedere ad altri club a causa della difficoltà che incontriamo nel trovare le risorse economiche per affrontare un’attività di alto livello. Stiamo lavorando attivamente per risolvere questa situazione perché siamo certi di poter portare la serie A a Cesena. E’ un obiettivo che abbiamo già raggiunto in passato e che possiamo ripetere. Lo dicono i nostri 50 anni di storia, il lavoro dei nostri tecnici e i risultati dei nostri atleti.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 40 disobbedienti della scampagnata senza mascherina, Rosso: "Irresponsabili? No, siamo sani"

  • Scampagnata al Fumaiolo: "La libertà ha un prezzo più alto delle multe, continueremo ad incontrarci"

  • Tante classi in quarantena ed un morto, l'evoluzione del virus nel Cesenate

  • Parrucchieri, gommisti e spesa alimentare, il governo aggiorna le "faq": gli spostamenti ammessi

  • Preso in pieno all'incrocio, paura per un ciclista travolto da un'auto

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

Torna su
CesenaToday è in caricamento