Angelini si tiene stretti i tre punti: "Non è stata una delle nostre migliori partite"

"Siamo partiti bene - esordisce l'allenatore nel post match - con l’approccio e l’atteggiamento giusti, siamo andati in vantaggio ma poi c’è stato un calo mentale"

Mister Beppe Angelini si tiene stretti i tre punti anche se non nasconde le difficoltà incontrate dai bianconeri. "Siamo partiti bene - esordisce l'allenatore nel post match - con l’approccio e l’atteggiamento giusti, siamo andati in vantaggio ma poi c’è stato un calo mentale e così abbiamo rischiato di compromettere una gara che avevamo in pugno. Nel secondo tempo siamo stati bravi a gestire meglio il vantaggio anche se potevamo trovare prima la rete del raddoppio".

Il tecnico bianconero prova a spiegare così la sofferenza dei suoi ragazzi: "Ci sta dopo undici gare; ad un certo punto abbiamo perso serenità mentre l’Isernia ha preso fiducia anche se a volte ci siamo messi in difficoltà da soli. La cosa più difficile era sbloccare la gara e, una volta che ci siamo riusciti, pensavo di soffrire meno. Il rammarico è tutto lì: in passato, nelle situazioni di vantaggio, non abbiamo mai avuto problemi, invece ci siamo adeguati al gioco dei nostri avversari e abbiamo gestito male quel quarto d’ora in cui l’Isernia ha costruito alcune occasioni. Non è stata insomma una delle nostre migliori partite, ma era importante tornare subito alla vittoria dopo la sconfitta con la Recanatese".

Con il suo calcio di rigore Danilo Alessandro ha messo il lucchetto sulla vittoria del Cesena. "Siamo partiti bene e abbiamo disputato un’ottima mezzora - analizzata l'autore del 2-0 -. Poi ci siamo abbassati e l’Isernia è venuta fuori, ma siamo stati squadra e abbiamo portato a casa una vittoria importante. Più che per la gioia personale, il rigore è servito a chiudere la partita e ad evitarci la sofferenza negli ultimi minuti”. Nel finale, complici i cambi, Alessandro ha chiuso quasi da attaccante centrale: “Il mister mi ha detto di stare lì ma ho cercato di svariare per prendere palla e qualche fallo che facesse passare il tempo. In generale però, alla luce dell’assenza di Ricciardo, siamo stati bravi a cambiare il modo di attaccare, cercando meno il cross da fondo”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 40 disobbedienti della scampagnata senza mascherina, Rosso: "Irresponsabili? No, siamo sani"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Covid, il bollettino: 92 nuovi positivi nel Cesenate nelle ultime 24 ore. Un altro morto nell'area del Rubicone

  • Parrucchieri, gommisti e spesa alimentare, il governo aggiorna le "faq": gli spostamenti ammessi

  • Preso in pieno all'incrocio, paura per un ciclista travolto da un'auto

  • Scende l'indice Rt in regione ma salgono i positivi nel Cesenate. Si piange un'altra vittima

Torna su
CesenaToday è in caricamento