Angelini pensa positivo: "Ho ritrovato il mio Cesena, giocando così le vinciamo tutte"

Il mister analizza a caldo lo 0-0 di Campobasso: "Ottima prestazione purtroppo non accompagnata dalla buona sorte negli episodi"

“Ho ritrovato il Cesena di qualche partita fa, il Cesena che abbiamo visto per tutto il campionato. Giocando così possiamo vincere tutte le cinque partite che restano”. A fine gara mister Angelini pensa positivo nonostante lo 0-0 al "Nuovo Romagnoli" di Campobasso che con la contemporanea vittoria del Matelica a Forlì porti i marchigiani a - 2.

“Cosa resta dopo la gara di oggi? Resta un’ottima prestazione purtroppo non accompagnata dalla buona sorte negli episodi”. Due su tutti, il gol annullato a Munari in apertura e l’espulsione di Ricciardo a metà ripresa: “Se l’arbitro convalida l’1-0 cambia la partita e l’aspetto psicologico perché l’inerzia passa subito dalla nostra parte. Quanto al cartellino rosso, non credo che Ricciardo volesse dare una gomitata ma la dinamica dell’azione ha indotto l’arbitro a vedere la volontarietà nel gesto. Ma anche il Campobasso doveva finire in dieci: in questo il direttore di gara ha avuto due pesi e due misure”. Il tecnico bianconero spiega così il cambio di Alessandro: “In inferiorità numerica ormai la gara era cambiata e avevo bisogno di giocatori di gamba per puntare sulle ripartenze”.

Secondo il numero uno bianconero Federico Agliardi: “Dopo due partite opache siamo ripartiti dall’atteggiamento, abbiamo sviluppato bene la partita ma ci hanno detto male gli episodi. E, visto che è un periodo che ci gira male, per come è venuto, ci teniamo stretto questo pareggio. Adesso manteniamo calma e lucidità e lavoriamo: sono sempre convinto che il lavoro sia la migliore medicina, pertanto pedaliamo a testa bassa e prepariamo la gara col Montegiorgio. Domenica non ci sono alternative alla vittoria ma la scintilla è scattata già oggi: con questo atteggiamento  e con questa compattezza mi sento più tranquillo”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non fa drammi neanche Nicola Capellini “Con il Pineto avevamo sbagliato l’approccio, questo pareggio non è paragonabile sotto il profilo della prestazione: dalla panchina ho visto un bel Cesena che, specie nel primo tempo, ha dimostrato di meritare la vittoria. Certo, è un momento delicato perché non vinciamo da tre gare ma il piglio oggi è stato ottimo: abbiamo segnato un gol regolare e fallito un calcio di rigore, insomma la squadra era viva e dava l’impressione di poter vincere. Nel secondo tempo invece l’espulsione ci ha scombinato piani e abbiamo perso le distanze, ma in quel momento è diventato importante non perdere”.

La cronaca di Campobasso-Cesena

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La palestra sfida il Dpcm: "Resto aperto, i clienti sono venuti ai corsi come un normale lunedì"

  • Coronavirus, stabile la curva dei contagi. Cinque i positivi nelle scuole

  • La Polizia chiude e multa la palestra 'disobbediente'. "Ho ricevuto anche minacce di morte"

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Coronavirus, impennata di contagi nelle ultime 24 ore: la provincia tocca quota 100

  • "Qui si cena anche, la stanza la offro io", il ristoratore cesenate 'aggira' il Dpcm

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CesenaToday è in caricamento