Angelini: "La chiave della vittoria? Non aver snobbato l’avversario"

Mister Beppe Angelini non si esalta dopo il 4-0 al Santarcangelo. “Peccato per i punti persi contro Matelica e Sangiustese ma fanno parte del percorso - afferma -. I ragazzi hanno rimparato dagli errori e sono migliorati"

“Oltre le aspettative no, perché questo è il campionato che siamo chiamati a fare”. Mister Beppe Angelini non si esalta dopo il 4-0 al Santarcangelo. “Peccato per i punti persi contro Matelica e Sangiustese ma fanno parte del percorso - afferma -. I ragazzi hanno rimparato dagli errori e sono migliorati. Ho un gruppo che si allena al 110% e questo fa la differenza: si può perdere o vincere ma quando si parte da questa base è più facile che le cose vadano bene. La chiave della vittoria? Non aver snobbato l’avversario e aver avuto l’umiltà di adeguarci alla partita. Non abbiamo fatto ancora niente però: le altre hanno vinto e questo dimostra che il campionato è molto più difficile di quanto si possa pensare. Non abbiamo tanto tempo per gioire: ora torno a casa e inizio a guardare le partite del Forlì”.

Spazio poi a qualche valutazione sui singoli: “Campagna? Si è ripetuto sui livelli di domenica scorsa ma non scordiamoci che gioca al fianco di uno come De Feudis e in settimana si allena con uno come Biondini. Ricciardo? Se fa gol è merito anche di chi gli gioca attorno ma sul terzo gol è stato davvero bravo. Eppure ha grandi margini di miglioramento e ne parliamo spesso. Tortori? I gol li farà ma non vive per quello. Lo abbiamo preso per altre caratteristiche: perché salta l’uomo, crea superiorità e si sacrifica perla squadra”. L’ultima considerazione è sul valore morale del gruppo: “Qualche giocatore lo conoscevamo, altri li conosceva meglio il direttore ma le qualità umane ci premevano di più e in quella scelta siamo stati bravi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

Torna su
CesenaToday è in caricamento