Angelini: "Il primo posto ci toglie pressione, ambiente molto più positivo"

Soddisfatto il mister dopo la vittoria col Giulianova che regala al Cesena il titolo di Campione d'inverno

Beppe Angelini

Beppe Angelini si gode un meritato primo posto, sottolinenado la crescita della squadra e un'ambiente molto più sereno e positivo. Questo il commento del mister dopo la vittoria col Real Giulianova che regala al Cavalluccio il titolo di campione d'inverno.

“Sapevamo di andare incontro a qualche difficoltà, Il Giulianova rischia poco, difende bene e prende pochi gol. La mia squadra ha avuto però pazienza e mostrato maturità: forse il primo posto ci ha anche tolto di dosso la foga di altre prestazioni. E’ stata una vittoria da grande squadra anche per come abbiamo gestito il vantaggio, senza rischiare niente. In generale siamo cresciuti molto nell’ultimo mese e aver vinto tante partite ci ha dato maggiore convinzione. E anche nell’ambiente sento più positività. Detto questo, la strada è ancora lunga e il girone di ritorno sarà più difficile ma è senz’altro meglio iniziarlo davanti a tutti”.  “Sono contento per lui, se lo meritava. Non mi aspettavo l’abbraccio dopo quella rete, mi ha fatto molto piacere. Lui, De Feudis e Agliardi sono i leader di questo spogliatoio, per la loro carriera ma soprattutto per l’esempio che danno ogni giorno. Quando parlano loro è come se lo facessi io: mi danno una grossa mano”.

Non può che essere raggiante il difensore spagnolo Rutjens, in gol all'esordio in maglia bianconera.“Ci avevo pensato prima della partita, è come un sogno. Tra l’altro a vedermi c’erano per la prima volta anche i miei genitori che passeranno qui il Natale. Il gol è merito di Alessandro che mi ha messo il pallone sulla testa, non potevo sbagliare. Il Giulianova si era chiuso e noi abbiamo cercato di muoverli per trovare l’occasione che fortunatamente è arrivata. Il primo posto? E’ importante per la mentalità: ci darà forza in vista del girone di ritorno. Adesso stacchiamo un po’ ma sempre con l’obiettivo in testa, anche a Natale”.

Capitan De Feudis, dall'alto della sua esperienza invita tutti a non abbassare la guardia perché il campionato è ancora lungo e difficile.
“Abbiamo avuto tanta pazienza ed è quello che ci vuole contro squadre che rinunciano a giocare e vengono qui solo per difendersi: se non le sblocchi subito queste partite si complicano e rischi anche brutte sorprese. Non era facile trovare spazi ma abbiamo comunque prodotto tante occasioni, senza concederne chiare al Giulianova: per questo la vittoria è meritata. Adesso ci godiamo questo successo ma tra un po’ penseremo al girone di ritorno e al nostro primo avversario, l’Avezzano, una squadra organizzata che all’andata mi era piaciuta molto. Ma in generale mi aspetto un cammino più difficile perché le squadre si rinforzeranno e noi dovremo essere ancora più maturi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

  • Non si fermano i lutti, si piange un'altra vittima del virus. Positivi in lieve calo

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

Torna su
CesenaToday è in caricamento