Angelini: "Dovevamo fare il terzo gol, abbiamo chiuso con qualche affanno"

L'analisi del mister dopo il successo del Cesena in casa dell'Agnonese: "Dovevamo chiudere la partita"

Il Cesena ha portato a casa altri tre punti fondamentali vincendo 2-1 in casa dell'Agnonese, l’analisi nel post partita di mister Angelini si concentra sui minuti finali. “Abbiamo chiuso con qualche problema perché ad un certo punto ci siamo abbassati e abbiamo smesso di giocare pensando di aver già vinto: così abbiamo rimesso in gioco la gara e sofferto fino al 94’. L’errore però è stato anche non aver fatto il terzo gol: per via di qualche errore sotto porta, abbiamo rianimato una squadra che era già morta”. Il tecnico bianconero spiega il passaggio alla difesa a tre con l’ingresso di Rutjens: “In quel momento l’Agnonese aveva davanti due attaccanti forti fisicamente e sulle palle da fermo potevamo andare incontro a qualche sofferenza”. L’ultima battuta è su due cambi forzati: “Benassi si è fermato in tempo e crediamo non abbia nulla di grave, mentre per Fortunato dovrebbe trattarsi solo di un affaticamento”.

Ricciardo ha siglato il 14esimo sigillo stagionale. “Sono tre punti fondamentali perché questa era una gara pericolosa che siamo stati bravi ad approcciare con il giusto atteggiamento. Oggi però non siamo stati bravi a chiuderla, sbagliando qualche scelta in fase di finalizzazione: il 2-0 non è mai un vantaggio troppo rassicurante e infatti nel finale abbiamo rischiato. Sotto il profilo della concretezza possiamo e dobbiamo fare meglio. Detto questo, siamo contenti del percorso che stiamo facendo”. E domenica parte un mese cruciale con la trasferta a Francavilla: “Dipende tutto da noi: se faremo bottino pieno o quasi, metteremo un’ipoteca sul risultato finale”.

Questa l'analisi di Andrea Ciofi a fine gara: “Non credo le sofferenze finali siano dipese dal cambio di modulo ma dall’atteggiamento. Siamo partiti bene e avevamo il controllo del gioco, poi nei venti minuti finali ci sono stati alcuni problemi e abbiamo preso un gol che rischiava di rovinare tutto: dobbiamo parlarne tra di noi affinché non accada di nuovo”. La vittoria permette intanto al Cesena di allungare in classifica, seppur con una gara in più: “Ora siamo a più undici ma giochiamo per vincere sempre, senza pensare a cosa fa il Matelica”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonaccini: "La regione torna 'gialla' da domenica. No al coprifuoco natalizio"

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

  • Positivo al tampone e in attesa dell'esito, trovato cadavere in casa

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Coronavirus, tornano a salire i contagi nel Cesenate. E si piangono altre vittime

  • Focolaio di Covid all'interno dell'ospedale, il sindaco: "Situazione di emergenza"

Torna su
CesenaToday è in caricamento