rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Sport

Anche l'Ippodromo si adegua al "Green Pass", ma non sarà necessario per il ristorante

Anche l'Ippodromo del Savio si adegua e consente l'accesso gratuito all'impianto solo ai possessori di Green Pass. Ricco il menu del venerdì

Anche l'Ippodromo del Savio si adegua e consente l'accesso gratuito all'impianto solo ai possessori di Green Pass. Il Green Pass non è però necessario per cenare al ristorante, spiega dalla struttura cesenate.

Il programma del venerdì

Spettacolo e tecnica al Savio in questo venerdì 6 agosto, con la serata cesenate che presenta un programma ricco di proposte tra cui destano curiosità puledri già distintosi per qualità, morfologia e affidabile rendimento ed il fascino dei tre anni protagonisti del Gran Premio Calzolari – Trofeo Panathlon Club Cesena. Da non dimenticare anche l’affollata ma mai banale Corsa Tris, Quartè e Quintè “Premio Panathlon Auto” che vedrà 18 anziani incrociare le forme sulla breve distanza.

La disamina parte dal Gp Augusto Calzolari – Trofeo Panathlon Club Cesena, uno dei must della stagione del Savio, che ricorda uno dei padri fondatori dell’ippica moderna dedicandogli una sfida sul miglio riservata a soggetti in “carriera”, tre anni dalle ambizioni classiche che testano la condizione prima di tentare la scalata ai vertici come successe al nome più emblematico tra  i vincitori, il biondo Nesta Effe. Quest’anno la sfida, sesta del convegno, vivrà del match a tre punte che vede coinvolti, in ordine di preferenza, l’eccellente Ceres Prav, splendida realizzazione di Carlo Belladonna guidato da Antonio Greppi, la veloce Compilation, proposta da un professionista dalla leggendaria carriera come Lorenzo Baldi e la precoce ed ambiziosa Cathrinelle, frequentatrice abituale dei palcoscenici classici riservati alla lady che Vp interpretrà per il nuovo trainer della Scuderia Sant’Eusebio, l’eclettico e talentuoso Santo Mollo.

 Per il team di Conrad di Poggio la trasferta in Romagna rappresenta un valido banco di prova per valutarne eventuali ambizioni di carattere elitario, missione per la quale è stato ingaggiato Roberto Vecchione. Un miglio per diciotto, questa la cartolina dalla corsa TQQ “Premio Panathlonauto”, tre file dietro l’autostart ed un solido ed affidabile favorito in Usque Dl, passista di valore che i fratelli Pistone hanno  ricostruito con pazienza e che ricordiamo runner up di Unicka nel Derby 2017, mentre la rosa dei papabili al marcatore comprende il tenace Universo Jet, in pista con il proprietario Matteo Zaccherini, l’inossidabile e glorioso Probo Op, guidato da Andrea Esposito, nonché l’esperta Topola Op, veloce partner di Marco Stefani e i rodati stacanovisti della stagione cesenate Alessandro Bar, Uragano Stecca e Zenox Bi, con Tuberosa e il giovane Masoero nel ruolo di outsider di lusso. Pochi ma buoni e soprattutto seri e professionali questa la breve disamina relativa al miglio per due anni, la seconda corsa della serata “Memorial Azeglio Vicini”, che punta i riflettori su Denzel Treb, il fratellino del campionissimo Ringostarr Treb, brillante all’esordio ed oggi esaminato con severità da coetanei come i compagni di franchigia Dawson e Davos griffati Greppi e già vittoriosamente a segno in questa torrida estate, ma anche dallo stimato Dettofatto Laumar, per il quale si scomoda Roberto Vecchione. Numeri elevati nelle corse di contorno, prologo per soggetti di 5 e 6 anni “Premio Panathlon Giochiamo” con nove binomi al via ed in sediolo i gentlemen senza l’ausilio della frusta per il Trofeo “Gentlemen 4 Life”, miglio dal plebiscitario favorito nel binomio Aboli/Filippo Monti con Albachiara e Leonardo Vastano in corsa per il podio, assieme a Artiglio Lor e Andrea Venezia e gli altri in evidente sottordine. 

Alla terza “Premio Sidermec”, 13 esponenti della leva 2017, con Berenice Mag in pole nelle preferenze su Bixie Mow e Borther’s; in guide Tommaso Gambino sulla via del rilancio, Davide Angeletti in trasferta dal litorale romano e l’emergente Edo Loccisano per un breve soggiorno in Riviera. Ancora i cadetti alla quarta corsa “Memorial Marco Pantani”, handicap dalle intriganti suggestioni, che vedrà Butterfly Horse e Maurizio Cheli conquistare l’avanguardia e tentare la fuga dal compagno di nastro Billy Pan con Edoardo Bacalini, anche se la vera minaccia giunge da Bemon Chuc Sm, Bolero di Poggio e Belvedere Cla, che interverranno lungo il percorso partendo da quota meno venti. In chiusura, per il “Memorial Alberto Ghini” Carioca Laksmy, Cassandra Roc e Chanel Dei Veltri,  trio da podio nel miglio in rosa che chiude la splendida serata cesenate.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche l'Ippodromo si adegua al "Green Pass", ma non sarà necessario per il ristorante

CesenaToday è in caricamento