Sport

Alessandro si toglie qualche sassolino: "Abbiamo dimostrato che siamo vivi a chi ci dava per morti"

Il numero 10 dopo la doppietta alla Vastese: “Siamo una squadra e un gruppo. Qualcuno aveva messo in dubbio anche questo"

Danilo Alessandro in sala stampa parte dalle sensazioni sulle due giocate decisive nel 2-1 alla Vastese. “Sul primo rigore, non mi nascondo dietro un dito, qualche pensiero a quello sbagliato a Campobasso l’ho fatto e un po’ di paura c’era, pertanto ho deciso di calciare centrale. Sul secondo invece ero convinto: ci meritavamo la vittoria e non potevo sbagliare”. Il bomber bianconero si toglie poi qualche sassolino dalle scarpe: “Abbiamo dimostrato che siamo vivi a chi ci aveva dato per morti, che siamo una squadra e un gruppo e qualcuno aveva messo in dubbio anche questo. Abbiamo solo passato un momento cupo che però poteva starci”. Spazio infine a una dedica speciale: “E’ per Mario Noce che ha dimostrato un grande carattere dopo quello che gli è successo”.

Loris Tortori a fine gara si sofferma sulla reazione avuta dal Cesena dopo essere andato sotto a fine primo tempo. “Prendere quel gol è stato pesante ma siamo rimasti lucidi: sapevamo che c’erano ancora quarantacinque minuti e non potevamo demoralizzarci perché ci giocavamo un campionato e non potevamo buttare tutto quello che avevamo fatto dall’estate”. In assenza di Ricciardo, è toccato ancora una volta a lui occuparne la posizione in campo: “A maggior ragione siamo stati bravi perché non è facile fare a meno di un giocatore come Gianni perchè, senza di lui, dobbiamo snaturarci. Ma ce l‘abbiamo fatta lo stesso a vincere una gara fondamentale”. Anche per Tortori la vittoria è dedicata a Noce: “E’ ammirevole la forza che sta avendo”. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alessandro si toglie qualche sassolino: "Abbiamo dimostrato che siamo vivi a chi ci dava per morti"

CesenaToday è in caricamento