Il Cesena riprende subito la marcia, battuta a domicilio l'Agnonese

Nel recupero della 21esima giornata il Cavalluccio porta a casa la vittoria grazie alle reti di Fortunato e del solito Ricciardo

Ricciardo, autore del secondo gol (foto archivio)

Dopo il mezzo passo falso casalingo con la Sangiustese il Cesena riprende subito la marcia battendo a domicilio l'Agnonese per 2-1 con reti di Fortunato e del solito Ricciardo, su autogol di Valeri la rete dei molisani. Il Cavalluccio sale a 57 punti in classifica e inizia davvero a creare il vuoto dietro di se. L’analisi nel post partita di mister Beppe Angelini parte dagli affanni nel finale. "Abbiamo chiuso con qualche problema perché ad un certo punto ci siamo abbassati e abbiamo smesso di giocare pensando di aver già vinto - esordisce l'allenatore -. Così abbiamo rimesso in gioco la gara e sofferto fino al 94’. L’errore però è stato anche non aver fatto il terzo gol: per via di qualche errore sotto porta, abbiamo rianimato una squadra che era già morta". Il tecnico bianconero spiega il passaggio alla difesa a tre con l’ingresso di Rutjens: “In quel momento l'Agnonese aveva davanti due attaccanti forti fisicamente e sulle palle da fermo potevamo andare incontro a qualche sofferenza”. L’ultima battuta è su due cambi forzati: "Benassi si è fermato in tempo e crediamo non abbia nulla di grave, mentre per Fortunato dovrebbe trattarsi solo di un affaticamento"

La cronaca

Per il recupero della 21esima giornata il Cesena arriva in Molise dopo aver vinto sei delle ultime sette trasferte, si gioca a Termoli per l'indisponibilità dell'impianto di Agnone. L'Agnonese è penultima ma Angelini alla vigilia ha invitato a non sottovalutare l'avversario. Al 4' il Cesena è già in vantaggio, il tiro-cross di Danilo Alessandro centra il palo ma sulla ribattuta il più pronto di tutti è Fortunato che insacca in rete. Al 17' arriva il bis e ci pensa il solito Ricciardo, che sfrutta al meglio un assist di Tonelli. Un tocco morbido che beffa il portiere dell'Olympia Agnonese, per il bomber siciliano è il 14esimo sigillo in stagione. Al 19' Benassi è costretto a lasciare il campo per infortunio, al suo posto Viscomi. Alla mezzora l'Agnonese mette la testa fuori dal guscio, il tiro di  Barbato viene deviato provvidenzialmente in angolo dalla difesa bianconera. Al 40' tiro potente da fuori area di Munari, con la palla che esce alta sopra la traversa. E' l'ultima emozione di un primo tempo dominato dal Cavalluccio.

La ripresa si apre con il Cesena subito pericoloso, al 3'  Munari anticipa di punta Kuzmanovic ma il legno nega al giovane bianconero la gioia del go. Al 13' Angelini richiama Tola e getta nella mischia Fortunato. Al 20' è il momento del difensore spagnolo Rutjens che prende il posto di un ottimo Tonelli. Al 27' un po' a sorpresa l'Olympia Agnonese accorcia le distanze: bella iniziativa di Ribeiro che cross in area, la deviazione di Valeri è sfortunata e infila Agliardi. Al 34' il destro dalla distanza di Danilo Alessandro si spegne a  lato di pochissimo. I bianconeri gestiscono senza particolare apprensione gli ultimi minuti di gara, compreso il recupero e portano a casa tre punti di vitale importanza. Ora il Matelica è a -11.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Boom di nuovi casi, il virus raggiunge il picco nel Cesenate. Morta una donna

  • La Regione allenta le misure anti-Covid, la nuova ordinanza valida fino al 3 dicembre

  • Prima vittima del Covid nel comune, il sindaco: "Profonda tristezza e sconforto"

  • Bonaccini: "La regione resta 'arancione' ma negozi riaperti già da domenica"

  • "Siano riconosciuti gli esiti dei tamponi rapidi per lo stato di malattia dei lavoratori"

  • Ristoranti d'eccellenza: le stelle Michelin brillano ancora su Cesenatico

Torna su
CesenaToday è in caricamento