menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A volte ritornano, i due rinforzi invernali del Cesena sono vecchie conoscenze bianconere

L'attaccante Giuseppe Borello e il portiere Elia Benedettini si presentano, per entrambi si tratta di un ritorno al Manuzzi

A volte tornano: i primi due rinforzi del Cesena in questa sessione invernale di calciomercato sono entrambi vecchie conoscenze bianconere.

Il punto sul mercato bianconero

L’ultimo arrivato è impossibile non ricordarlo: giunse in riva al Savio nell’estate 2019 dal Crotone, pupillo di mister Modesto. L’allenatore decide di portarlo con sé anche all’inizio di questa stagione alla Pro Vercelli, ma il club calabrese interrompe il suo prestito in Piemonte per girarlo nuovamente in Romagna: Giuseppe Borello è tornato per concludere quello che aveva iniziato lo scorso anno. “Ho ritrovato un grande gruppo, tutti i ragazzi hanno voglia di sacrificarsi per dare il meglio”. Il 21enne chiude una breve e complicata parentesi di appena tre mesi alla Pro Vercelli: “Sono arrivato un po’ tardi, l’ultimo giorno di mercato. C’erano degli equilibri, poi ho avuto dei problemi fisici che mi hanno impedito di dare il 100%”. “Ho ritrovato il Mister molto determinato – continua l’attaccante – sicuro delle sue idee, con una gran voglia di giocare e proporre il suo calcio”.

borello cesena nuova-2

Le deludenti prestazioni di Satalino, con l’esplosione di Nardi, hanno costretto il Sassuolo allo spostamento del classe ‘99 a Monopoli. Come vice dell’ex Chievo la scelta è ricaduta su un altro giocatore che ha vestito i colori bianconeri, senza tuttavia mai debuttare in prima squadra. Elia Benedettini militò infatti nella primavera dell’A.C. Cesena sette anni fa (stagione 2013/14) e oggi è il portiere titolare della nazionale sammarinese. Il 25enne ritrova Zebi e mister Viali, già suo allenatore a Novara: “Uno dei motivi per i quali sono tornato a Cesena è proprio questo, per un giocatore è importante sapere che ci siano un allenatore e un direttore con cui ti sei trovato molto bene in precedenza, questo era un ulteriore stimolo”. Benedettini è consapevole delle gerarchie e della qualità del titolare Nardi: “Michele è un portiere fortissimo, uno dei migliori se non il migliore della categoria. Sta facendo un campionato straordinario, il mio unico obiettivo era di rimettermi in moto. Dopo l’infortunio che mi ha tenuto fuori un anno e mezzo l’importante era tornare ad allenarmi in una squadra professionistica che credesse in me. Cercherò di studiare e raccogliere qualcosa da Michele”. 

benedettini-3

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CesenaToday è in caricamento